Inaugurati a Certaldo i presepi di associazioni e cittadini

«Questi presepi con la loro bellezza ed autenticità sono il simbolo del nostro Natale certaldese - spiega il sindaco Giacomo Cucini - un Natale organizzato valorizzando le risorse locali»

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Inaugurati sabato 8 dicembre i presepi di Certaldo che resteranno aperti, sia nel borgo medievale che nel paese basso, fino al 6 gennaio 2019. Tante installazioni diverse, ciascuna con la sua particolarità ma con alcuni tratti in comune: l'impegno volontario, la passione e la collaborazione di molti per un risultato fruibile da tutti, cittadini e turisti.

«Questi presepi con la loro bellezza ed autenticità sono il simbolo del nostro Natale certaldese - spiega il sindaco Giacomo Cucini - un Natale organizzato valorizzando le risorse locali, con un sapore unico ed autentico che ci distingue e si fa apprezzare sia dai certaldesi che dalle persone che sempre più numerose vengono a Certaldo da fuori anche in occasione delle festività natalizie».

«Da alcuni anni l'amministrazione comunale coordina il calendario degli eventi natalizi e al suo interno gli allestimenti e l'inaugurazione dei presepi che del Natale sono il simbolo - spiega l'assessore alla cultura Francesca Pinochi - l'inaugurazione si è svolta come sempre a partire da Certaldo Alto, incorniciata dai canti della corale certaldese. Nel borgo medievale fino al 6 gennaio 2019 si potranno ammirare la Natività di Palazzo Pretorio ed il presepe monumentale della Limonaia realizzati entrambi dall'Associazione centro storico Certaldo alto e nel chiostro del convento degli Agostiniani le decine di presepi realizzati dalle classi materne dell'Istituto comprensivo e dell’Istituto Maria Santissima Bambina quest'anno ispirati alla figura di Beata Giulia. Nel centro urbano in via Leopardi 6, grazie alla Misericordia, potremo ammirare il Presepone di Sergio Pratesi che quest'anno ha raggiunto delle dimensioni veramente eccezionali ed i suggestivi diorami di Renzo Ficozzi, oltre al presepe realizzato dai giovani disabili del centro il Papiro. Non mancherà naturalmente con l'approssimarsi del Natale il tradizionale presepe all'interno della propositura di San Tommaso. Ringrazia tutte le associazioni e le persone le hanno collaborato a questa iniziativa».

La cerimonia inaugurale di tutti i presepi è stata seguita dal proposito Don Pierfrancesco Amati che ha benedetto le realizzazioni prima di ciascuna inaugurazione.

Pubblicato il 10 dicembre 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento