Diba '70 shop San Gimignano

Incendio a Greve in Chianti: una nuova ripresa all'alba ha richiesto l'impiego di due elicotteri del sistema AIB regionale

E' appena giunta sul posto una ruspa, messa a disposizione dal Comune, per rendere accessibili i luoghi più impervi del bosco colpito dall'incendio

 CHIANTI FIORENTINO
  • Condividi questo articolo:
  • j

La siccità, l’assenza di umidità notturna, il forte vento di questa mattina e la tipologia del sottobosco rendono particolarmente difficili le operazioni di bonifica e contenimento dell'incendio, scoppiato in località Riseccoli, nel Comune di Greve in Chianti, uno dei 22 divampati in Toscana nella sola giornata di ieri. Le fiamme hanno divorato al momento 11 ettari e mezzo, tra aree boschive e campi incolti. Le squadre antincendio, vigili e all'opera giorno e notte, sono sul posto da ieri e, nonostante l’intervento ininterrotto di 60 volontari che hanno agito contemporaneamente nei diversi focolai e riprese scaturiti dalla gola della collina, l’incendio non è stato ancora domato. A causa di una nuova ripresa che si è sviluppata all’alba per circa 5mila metri quadri, oltre al personale da terra, sono stati impiegati due elicotteri del sistema AIB regionale con l’obiettivo di circoscrivere il perimetro dell’incendio.

“Le caratteristiche del sottobosco, costituito da pini secchi, campi abbandonati e terrazzamenti con importanti pendenze - fanno sapere i volontari dell'antincendio boschivo La Racchetta - rappresentano l’ostacolo maggiore per accedere alle aree dell'incendio, di cui si sono sviluppate varie riprese in tempi brevi”. Per questa ragione il Comune ha messo a disposizione un veicolo speciale, una ruspa giunta sul posto poco fa, necessaria a creare strade che consentano alle squadre dei volontari di accedere e addentrarsi nei luoghi più impervi dell'impluvio della collina. “Bisogna tornare indietro di dieci anni per ricordare un incendio di dimensioni simili a quello che sta divampando da ieri nel nostro territorio - sottolinea il sindaco Paolo Sottani - anche questa seconda giornata, non sarà facile e dovremo aspettare ancora qualche giorno probabilmente per bonificare in via definitiva l’incendio, un evento di portata eccezionale che stiamo gestendo grazie all'impegno davvero encomiabile della la squadra dei volontari La Racchetta, di tutto il sistema AIB regionale, dei Vigili del Fuoco e delle forze degli enti preposti”. La SP16 è aperta e regolarmente transitabile.

Foto in copertina Facebook La Racchetta sezione Ferrone

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: A Tavarnelle istituzione di un senso unico in via IV Novembre

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 28 giugno 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su