Incidente sull'Autopalio: camion urta un'auto ma non si ferma

La Polstrada lo ha denunciato per omissione di soccorso e per essere fuggito dopo l’incidente, ritirandogli la patente e togliendogli 10 punti. L’uomo, che dovrà pagare anche oltre 3mila euro di multa a causa del carico di rifiuti sprovvisto delle bolle di trasporto, rischia di non poter più guidare per i prossimi 5 anni. Per la donna tanto spavento, ma se la caverà con 10 giorni di prognosi

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

La Polizia Stradale di Siena ha denunciato un camionista che, dopo aver urtato una Citroen bianca sull’Autopalio, anziché soccorrere la conducente, è scappato. Alla guida c’era una donna di 47 anni, originaria di Colle di Val d’Elsa, che vicino allo svincolo di Siena Nord stava sorpassando il veicolo, ma l’autista non l’ha vista e l’ha colpita sulla fiancata destra, facendola rimbalzare sul new-jersey centrale.

Gli automobilisti che stamani hanno visto quella scena hanno subito avvisato la Centrale Operativa della Polstrada, temendo per la vita della donna, che stava per rimanere schiacciata tra il camion e lo spartitraffico. Sul posto, dopo qualche minuto, è giunta una pattuglia della Sezione di Siena, che stava presidiando quella zona proprio al fine di neutralizzare le condotte di guida pericolose. I poliziotti si sono avvicinati a lei che, pur se ferita e sotto shock, è riuscita a fornire l’identikit del camion e a precisare che dopo quel botto l’autista si era fermato, ma solo per verificare i danni del suo mezzo, senza chiamare i soccorsi.

Gli investigatori hanno intuito la via di fuga del pirata della strada e, dopo aver lasciato la donna alle cure del 118, si sono precipitati a Renaccio, area industriale dove c’è sempre un gran viavai di TIR. Il loro fiuto non li ha traditi, tant’è che hanno notato il mezzo da ricercare, con il motore e le gomme ancora calde e la fiancata sinistra piena di graffi e segni dello stesso colore della Citroen.

Lì vicino c’era pure il conducente, calabrese di 39 anni e residente a Fucecchio (FI), che stava trasportando rifiuti ferrosi per conto di una ditta di Pisa. Lui dapprima ha provato a fare il vago ma, messo alle strette, ha vuotato il sacco.

La Polstrada lo ha denunciato per omissione di soccorso e per essere fuggito dopo l’incidente, ritirandogli la patente e togliendogli 10 punti. L’uomo, che dovrà pagare anche oltre 3mila euro di multa a causa del carico di rifiuti sprovvisto delle bolle di trasporto, rischia di non poter più guidare per i prossimi 5 anni. Per la donna tanto spavento, ma se la caverà con 10 giorni di prognosi.

Pubblicato il 23 agosto 2018

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su