Infermieri non vaccinati: come prevede la legge, Opi Fi-Pt prende atto della sospensione della Asl

L’Ordine ha provveduto a informare i 54 iscritti interessati dal provvedimento

 PROVINCIA DI FIRENZE
  • Condividi questo articolo:
  • j

L’Asl Toscana Centro sospende gli infermieri non vaccinati: l’Ordine delle professioni infermieristiche interprovinciale Firenze Pistoia, come da legge, ha preso atto della misura, inviando una lettera ai propri iscritti coinvolti dal provvedimento. La sospensione durerà fino all’assolvimento dell’obbligo vaccinale o, in alternativa, fino al completamento del piano vaccinale nazionale e comunque non oltre il 31 dicembre 2021.

«Come ben descritto dalla normativa 44/2021, abbiamo preso atto della sospensione da parte dell'Azienda Ausl Toscana Centro di 54 infermieri iscritti al nostro Ordine per inosservanza dell’obbligo vaccinale – spiegano da Opi Firenze-Pistoia -. Nel caso l’inadempimento permanesse, o venisse violato il dovere di astenersi dalle prestazioni o dalle mansioni interdette, l’Ordine si riserva di valutare la posizione dei propri iscritti».

Come stabilito dal D.L. 44/2021, che ha introdotto dal 1° aprile l’obbligo vaccinale per gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario, la comunicazione con l’esito di accertamento comporta infatti la sospensione dal diritto di svolgere prestazioni o mansioni che implichino contatti interpersonali o comportino, in qualsiasi altra forma, il rischio di diffusione del contagio da SARS-CoV-2.

Potrebbe interessarti anche: Sanitari non vaccinati e dipendenti della Asl Toscana sud est: le procedure dell'Azienda dalla settimana prossima

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 29 agosto 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su