Insieme Poggibonsi: un'interrogazione sul Piano Operativo e la nuova scuola d'infanzia in via Giotto

La lista civica Insieme Poggibonsi interviene sul nuovo Piano Operativo, strumento di pianificazione urbanistica, dove è prevista la realizzazione di una nuova scuola per l’infanzia in via Giotto in sostituzione del plesso di Viale Garibaldi. «Poche le notizie fornite - si legge sulla nota stampa - in un piccolo opuscolo intitolato “Abbiamo un Piano”, curioso visto che il Piano ancora non c’è e che nessuno ancora l’ha potuto leggere. In Toscana invece, molti comuni lo hanno non solo presentato alla cittadinanza e ai Consigli Comunali, ma lo hanno già adottato».

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

«Il nuovo Piano Operativo, lo strumento che attua in pratica le strategie previste nel Piano Strutturale del Comune, atteso da anni ancora non è stato presentato in Consiglio comunale. Ufficialmente non è stato presentato alcun documento dopo quasi 4 anni dall’entrata in vigore nel 2014 della nuova legge che lo ha introdotto. Solo a gennaio il Comune ha organizzato con l’aiuto della società Sociolab (non si capisce il bisogno) una giornata di ascolto con la cittadinanza dove cittadini e commercianti hanno ascoltato una breve presentazione e attaccato post it con le proposte a colorati cartelloni. Fine». La lista civica Insieme Poggibonsi interviene sul nuovo Piano Operativo, strumento di pianificazione urbanistica, dove è prevista la realizzazione di una nuova scuola per l’infanzia in via Giotto in sostituzione del plesso di Viale Garibaldi.

«Poche le notizie fornite - si legge sulla nota stampa - in un piccolo opuscolo intitolato “Abbiamo un Piano”, curioso visto che il Piano ancora non c’è e che nessuno ancora l’ha potuto leggere. In Toscana invece, molti comuni lo hanno non solo presentato alla cittadinanza e ai Consigli Comunali, ma lo hanno già adottato. Il primo comune è stato quello di Chiusi nell’aprile 2016, poi tanti altri: Chianciano Terme, Abetone, Vicchio, Capolona, Laterina, Monterchi, ecc… Leggiamo invece che nel Piano Operativo è prevista la realizzazione di una nuova scuola dell’infanzia tra via Giotto, via Michelangelo e via Raffaello in sostituzione del plesso di Viale Garibaldi giudicato dal Sindaco Bussagli non più adeguato. Per le poche informazioni di cui disponiamo, come Lista Civica, giudichiamo lo spostamento di una scuola per l’infanzia in zona Palagetto una scelta sbagliata».

«Sbagliato . aggiunge - spostare dal centro altre attività pubbliche che generano reddito e mantengono vivo il centro storico già in una fase di spopolamento e lento declino per colpa di questa Amministrazione e di quelle precedenti. Sbagliata la scelta della nuova ubicazione, una zona buia, umida e già congestionata dal traffico in un contesto misto residenziale/commerciale che si scontra con l’idea più volte pubblicizzata dal Sindaco di un Comune che, per tradizione, vuole mettere le scuole dell’infanzia in campagna, nel verde tra le bellezze del paesaggio. Un atteggiamento a dir poco schizofrenico dove da una parte si vuole fare un nuovo asilo a San Lucchese perché nel verde e dall’altra si sposta un asilo in una zona buia e semindustriale. In questo modo i nostri figli ed i genitori potranno passare tutti i giorni davanti al cantiere fermo del complesso edilizio del Palagetto, bloccato ormai da anni dall’azione della magistratura». 

«Come lista civica - conclude Insieme Poggibonsi - abbiamo presentato una interrogazione al Sindaco perché presenti quanto prima a tutto il Consiglio il nuovo Piano Operativo o la sua bozza per essere studiata e discussa da tutte le forze politiche e da tutti i cittadini».

Pubblicato il 5 marzo 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
  * Sì, acconsento

Torna su