L'Amica Geniale torna a Firenze con le riprese della terza serie

Le riprese si svolgeranno dal 1° al 20 febbraio tra i luoghi simbolo di Firenze

 FIRENZE
  • Condividi questo articolo:
  • j

La terza stagione della serie tv L'Amica Geniale, tratta dalla quadrilogia di Elena Ferrante, verrà girata a Firenze per il capitolo 'Storia di chi fugge e di chi resta'. Dal 1° al 20 febbraio le riprese saranno nel centro storico di Firenze, concentrandosi su alcuni luoghi simbolo come Piazza della Signoria, Piazza Santa Croce e Piazza Santissima Annunziata ma anche location private grazie al Comune di Firenze e alla collaborazione di Toscana Film Commission. I primi due giorni non sono iniziati nel migliore dei modi: a causa di un'allerta meteo le riprese si sono dovute spostare da Piazza della Signoria ad altri luoghi del centro storico. A settembre le riprese si svolgeranno nuovamente a Firenze per poi spostarsi in Versilia.

La scelta di Firenze ha una fondamentale importanza dal punto di vista economico. E' stato segnalato come base logistica l'Hotel Mediterraneo, che ha offerto le proprie camere e gli altri spazi per il reparto costumi, gli uffici di produzione, le scenografie e i vari reparti tecnici-artistici. Come sostiene il sindaco di Firenze, Dario Nardella, queste riprese rappresentano una ripartenza per il cinema, la cultura e il mondo dello spettacolo, che ormai da molti mesi è fermo.

Il capitolo 'Storia di chi fugge e di chi resta' è ambientato negli anni '70. La regia è di Daniele Luchetti mentre la scenografia è curata da Giancarlo Basili, noto artista vincitore ai Nastri d'Argento e ai Ciak d'Oro.

Lila e Lenù, le protagoniste, sono due bambine che cercano di sopravvivere alla povertà, al patriarcato e alla camorra in quella che è la periferia di Napoli degli anni '50. Rafforzando sempre di più la loro amicizia, diventano donne intelligenti, che non si lasciano schiacciare da dei valori profondamente ed erroneamente radicati nelle loro famiglie. In 'Storia di chi fugge e di chi resta', Elena Greco o Lenù, dopo essersi laureata con molte difficoltà all'Università di Pisa, si sta per spostare con Pietro Airota, un giovane professore che ha conosciuto proprio all'università e con il quale decide di trasferirsi a Firenze. Una volta diventata moglie e madre di due figli, Lenù non è felice del matrimonio e inizia a pensare a un suo amore passato: Nino Serratore. Lila invece ha un figlio e ha finalmente trovato il coraggio di lasciare suo marito. Sono tempi duri per una donna indipendente, che non si è sottomessa alla vita che le era stata imposta e sta lottando per i suoi diritti nella fabbrica in cui lavora.

(fonte La Nazione e InToscana)

Potrebbe interessarti anche: Natale con dedica: vincono i ricordi e i sentimenti autentici

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su