L'Asl Tse al fianco delle strutture assistenziali con la formazione degli operatori

L'iniziativa prevede incontri tra il personale sanitario dell'azienda sanitaria locale e i 3.800 operatori dell'aretino, grossetano e senese

 TOSCANA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Una iniziativa importante quella che ha promosso la Asl Toscana sud est ha intrapreso nei confronti delle strutture sanitarie assistenziali. L’azienda sanitaria locale sta investendo nella formazione per chi sta fronteggiando l’emergenza Covid lontano dagli ospedali. I destinatari del progetto sono le Residenza sanitarie assistite, le Residenze sanitarie per disabili e le Comunità alloggio protette. Luoghi in cui è importante l’assenza di focolai. Con circa 3800 operatori presenti all’interno di queste strutture, l’Asl vuole affrontare i problemi e le nuove sfide nel campo della sicurezza.

Ad oggi si è concluso il terzo ciclo di incontri promosso dalla direzione dei servizi sociali e organizzato dai direttori di zona. Una serie di meeting per continuare a supportare le strutture e mantenere sempre alti i livelli di sicurezza. Una scelta incentivata, tra l’altro, con l’emergere di nuove varianti e a seguito di alcuni nuovi casi registrati all’interno delle realtà assistenziali anche dopo le vaccinazioni. Nell’ultima ‘lezione’ si sono affrontate le tematiche della separazione dei percorsi, l’organizzazione dei check point, l’utilizzo corretto dei dispositivi di protezione individuale e la gestione delle infezioni.

L’Asl Toscana sud est ha vaccinato tutti gli ospiti e il personale delle strutture assistenziali, ad eccezione di chi lo ha rifiutato o non l’ha effettuato per controindicazioni sanitarie. Simone Gepponi, uno dei tutor della Asl ha raccontato che hanno dato voce agli operatori in un’ottica di coinvolgimento e condivisione. L’affiancamento proseguirà per tutelare al massimo il livello di sicurezza delle strutture assistenziali.

Potrebbe interessarti anche: Infermieri di famiglia: premiati due progetti della Asl Toscana sud est

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 10 maggio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su