L'Officiolum di Francesco da Barberino, il primo testimone della Divina Commedia "presentato" a Firenze

Nell’ambito delle celebrazioni per il 750° anniversario della nascita di Dante, a Firenza verrà "presentato" l'Officiolum di Francesco da Barberino. L'incontro mostrerà l'alto valore storico della pubblicazione e della scoperta letteraria legata alla prima testimonianza della Divina Commedia

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Nell’ambito delle celebrazioni per il 750° anniversario della nascita di Dante, a Firenza verrà "presentato" l'Officiolum di Francesco da Barberino. L'incontro mostrerà l'alto valore storico della pubblicazione e della scoperta letteraria legata alla prima testimonianza della Divina Commedia. 

Giurista ghibellino, poeta e trattatista, Francesco da Barberino (1264-1348) fu il primo a menzionare la Divina Commedia e ad attestare una conoscenza diretta della prima cantica quando il poema era ancora in fase di composizione. L'Officiolum, redatto e decorato da Francesco da Barberino tra il 1304 e il 1309, è il testo di preghiere più antico finora conosciuto prodotto in Italia. Contiene testi in latino e in volgare illustrati da un raffinato apparato iconografico in cui si riconoscono suggestioni di due grandi contemporanei di Francesco: Dante e Giotto.

mercoledì 10 febbraio 2016, ore 13
Sala Barile, Palazzo Panciatichi - via Cavour, 4 Firenze

Intervengono
EUGENIO GIANI - Presidente del Consiglio Regionale della Toscana
GIACOMO TRENTANOVI - Sindaco di Barberino Val d'Elsa
DAVID BARONCELLI – Presidente dell'Unione comunale del Chianti Fiorentino
ENRICO MALATO – Presidente del Centro Pio Rajna

Pubblicato il 9 febbraio 2016

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su