Lamm Lavorazioni Metalliche

La ''grande classica'' torna a risplendere nel cuore della Toscana

Il cuore della competizione si è svolta tra i suggestivi paesaggi di Radda, Castellina in Chianti, Colle di Val d'Elsa e San Gimignano

 CIRCUITO STRADALE DEL MUGELLO
  • Condividi questo articolo:
  • j

Nella giornata di ieri ha ripreso ufficialmente vita il Circuito Stradale del Mugello, con gli oltre 70 equipaggi accolti dal sole di Firenze e dal grande pubblico accorso in Piazzale Michelangelo da dove è partita la gara di regolarità.

Tante le affascinanti vetture presenti ai nastri di partenza dell’evento toscano, tra cui figurano 12 top driver, con modelli del calibro di Bentley 3 Litre, Lancia Lambda Casaro, OM 6655C, Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato, Aston Martin Le Mans e tanti altri ancora, tra cui figurano le GT Stradali del Tributo del Circuito Stradale del Mugello.

In successione la carovana dei partecipanti ha lasciato il capoluogo toscano per dirigersi nel cuore della competizione che si è svolta tra i suggestivi paesaggi di Radda, Castellina in Chianti, Colle di Val d’Elsa e San Gimignano. Dopo una piacevole sosta per il pranzo, gli equipaggi hanno affrontato la seconda metà della giornata che li ha portati a toccare località altrettanto meravigliose come San Miniato e Vinci, per poi rientrare nuovamente a Firenze.

Una prima tappa, quella di ieri, in cui sono state disputate ben 47 prove cronometrate e 4 prove di media, con un totale di 233,63 km percorsi.

“In questa prima parte sta andando tutto bene a partire dall’organizzazione. Spettacolari le prove e soprattutto i paesaggi che, per la loro bellezza, talvolta distolgono l’attenzione dalla competizione - ha dichiarato Sergio Sisti, in equipaggio con Anna Gualandi su Lancia Lambda 221 Spider Casaro del 1929 - Ritengo che l’idea di riportare alla luce questa gara, sia sta una scelta importante e spero che diventi un appuntamento fisso negli anni a venire”.

"Sto cercando di prendere familiarità con questa vettura, visto che è la prima volta che la usiamo quest’anno - ha aggiunto Gianmario Fontanella (Lancia Lambda Casaro - 1927) - stiamo prendendo le giuste misure e puntiamo a goderci questa bella competizione".

Le prove previste nella giornata di oggi ricalcheranno lo storico tracciato del Mugello, passando da San Piero a Sieve, Scarperia, Passo del Giogo, Firenzuola, Passo della Futa e Barberino. Le premiazioni finali si terranno al Mugello Circuit.

L’evento, voluto dall'Automobile Club d'Italia, dall'Automobile Club Firenze e dal Club ACI Storico, oltre alla preziosa organizzazione della Scuderia Automobilistica Clemente Biondetti, vanta il supporto degli automezzi di ACI Global Servizi che garantiscono la sicurezza lungo tutto il percorso.

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Il Santuario di Santa Maria al Romituzzo a Poggibonsi e le donne romite

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 1 maggio 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su