La statua della Vittoria si tinge di viola nella 'Giornata mondiale della Fibromialgia'

Ieri, mercoledì 12 maggio, tanti Comuni, monumenti, sedi di istituzioni, illuminati per accendere un faro su questa malattia invisibile

 EMPOLI
  • Condividi questo articolo:
  • j

È definita ancora e purtroppo una malattia invisibile perché coloro che ne sono colpiti, soprattutto le donne nel 90% dei casi, non hanno ancora diritto alle prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale, nonostante i sintomi siano profondamente invalidanti e dolorosi. Si chiama fibromialgia ed è una sindrome che colpisce circa tre milioni di persone in Italia.

Per sensibilizzare e informare l’opinione pubblica, fare luce proprio come un ‘faro’ su questa grave malattia, è stata istituita la ‘Giornata mondiale della Fibromialgia’ che ricorre il 12 maggio. Per riportare l’attenzione su queste persone che ne soffrono, l’AISF - Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica ODV - promuove su tutto il territorio nazionale l’iniziativa “Illuminiamo la Fibromialgia” di ‘viola’, il colore simbolo della patologia, ed anche una raccolta firme: tutto quello che è necessario per supportare il Ddl 299 per il riconoscimento della fibromialgia. All'iniziativa hanno aderito oltre 200 Città che si sono illuminate di viola insieme a 6 Regioni, anche la Camera e il Senato e in 117 Città si raccoglieranno firme.

La Statua della Vittoria dell’omonima piazza, ieri sera, si è illuminata di viola aderendo e sostenendo l’iniziativa per aiutare a diffondere il messaggio di questa ‘Giornata’ ed essere accanto a queste persone. Non solo.Nel prossimo consiglio comunale all’ordine del giorno ci sono due mozioni una presentata dal presidente del Consiglio Comunale, Alessio Mantellassi, a sostegno della ‘Giornata mondiale della sindrome fibromialgica’, e una dal Gruppo consiliare Lega Salvini Empoli.

Approvata all’unanimità la mozione n.286 proposta da Enrico Sostegni, consigliere regionale e presidente della terza Commissione Sanità in Consiglio Regionale che riaffermando l’impegno per combattere la sindrome aderisce al progetto “La Toscana si illumina”. La Toscana è stata la prima regione in Italia a definire un vero e proprio percorso assistenziale specifico in cui si individuano competenze, riferimenti territoriali, procedure diagnostiche e terapeutiche per i pazienti. Questa patologia colpisce in Italia circa 2-3 milioni di persone, soprattutto donne nell’età lavorativa.

La Regione dopo l’approvazione di un percorso di Attività Fisica Adattata (AFA) per i malati fibromialgici (deliberazione Giunta regionale n.491 del 7/5/2018)), provvedeva nell’ottobre del 2019 all’individuazione di un percorso diagnostico terapeutico omogeneo a livello regionale. E quindi, la mozione ha impegnato la Giunta regionale ad attivarsi predisponendo opportune iniziative finalizzate alla  sensibilizzazione e informazione su questa patologia cronica che ancora in Italia risulta non essere inserita nel nomenclatore del Ministero della Salute e di raccogliere la sollecitazione dell’associazione ODV ALGEA Fibromialgia e Dolore Cronico di Empoli, che ha proposto di aderire alla giornata mondiale del 12 maggio con l’illuminazione simbolica in viola dei principali edifici della Regione.

Il 12 maggio 1820 nasceva a Firenze, Florence Nightingale, infermiera di professione, la quale durante un servizio svolto nel corso della guerra di Crimea, venne colpita da una grave malattia infettiva i cui sintomi risulterebbero compatibili con quelli attuali della fibromialgia.

Potrebbe interessarti anche: Incidente mortale a Poggibonsi: perde la vita noto imprenditore 84enne

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 13 maggio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su