Bisniflex Poggibonsi showroom

L'appello che la Pubblica Assistenza di Poggibonsi: ''Diventare volontario di Protezione Civile: si può''

Il presidente della Pubblica Assistenza, Fabrizio Fabiani: ''In questi ultimi due anni sono stati i volontari di protezione civile a montare le tende per l'emergenza Covid, hanno collaborato con Regione Toscana presso gli Hub Vaccinali e per i tamponi. Sono stati loro a consegnare ai malati di Covid i beni di prima necessità, a portare la spesa a casa ai bisognosi''

 POGGIBONSI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Diventa volontario di protezione civile”. E’ l’appello che la Pubblica Assistenza di Poggibonsi lancia a tutti coloro che vogliono fare esperienza in questo settore. Che vuol dire occuparsi degli altri, di emergenze, ma non solo.

“Fare protezione civile vuol dire fare volontariato a 360 gradi - fa notare il presidente della Pubblica Assistenza Fabrizio Fabiani - in questi ultimi due anni non sono mancate le occasioni per essere utili alla comunità. Una attività preziosa che qui alla Pubblica Assistenza annualmente vede partecipare volontari che vengono coinvolti in tutta l’attività dell’associazione, quindi anche sul sanitario. Perché noi siamo una comunità a servizio della comunità”.

“In questi due anni emergenza ha voluto dire Covid. In altri anni siamo tra quelli che sono partiti per L’Aquila, Emilia, Amatrice, Aulla Livorno, ad esempio – spiega Fabiani - Sono stati i volontari di protezione civile a montare le tende per l’emergenza Covid, hanno collaborato con  Regione Toscana presso gli Hub Vaccinali ed i tamponi. Sono stati loro anche a consegnare ai malati di Covid i beni di prima necessità, a portare la spesa a casa ai bisognosi. Sempre con la Regione i nostri volontari hanno aderito alla richiesta per garantire sicurezza per l’iniziativa di “Ti Accompagno” presso i plessi scolastici e le fermate dei bus di linea per i ragazzi”.

I volontari di protezione civile devono seguire dei corsi obbligatori come quello sanitario livello base, il defibrillatore Dae sanitario, l’Ocn, ovvero il corso per operatore di colonna mobile nazionale. Poi serve il certificato di idoneità fisica del medico curante. E’ possibile anche avviare un percorso facoltativo ovvero il livello sanitario avanzato obbligatorio per svolgere servizi su ambulanza di emergenza. In questa fase si stanno reclutando volontari a Poggibonsi e non solo. I corsi prenderanno il via nella zona senese di cui facciamo parte al momento del raggiungimento di almeno 20-25 iscritti in tutta la zona. Quindi già da ora presso la Pubblica Assistenza di Poggibonsi è possibile fare domanda.

La protezione civile della Pubblica Assistenza lavora in rete con i volontari delle altre associazioni, Anpas e non. “Una rete importante - fa notare Fabiani - con cui si collabora in tutto e per tutto. Con il rinnovo di una convenzione stipulata con il Comune di Poggibonsi che vedeva collaborare tre associazioni del territorio, ora se ne è aggiunta una quarta, un gruppo di amici, una grande squadra coordinata dalla Polizia Municipale con la quale stiamo preparando delle attività di esercitazione per l’autunno”.

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Una casa per la VAB: sabato 23 aprile l'inaugurazione

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 21 aprile 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su