Le conseguenze dell’incontinenza urinaria negli uomini

La perdita involontaria di urina prende il nome di incontinenza urinaria: un disturbo a cui troppo spesso non si presta la dovuta attenzione, dal momento che chi ne soffre lo trascura o fa finta di niente per imbarazzo e vergogna

 INCONTINENZA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Così, si finisce per gestire questo problema da soli, come si riesce, e si evita di affidarsi a uno specialista, come invece sarebbe indispensabile. È come se essere incontinenti rappresentasse una colpa. Il primo passo da compiere, invece, è proprio quello di parlare con il proprio medico di fiducia, il quale poi suggerirà di rivolgersi a un urologo: in questo modo la situazione potrà essere esaminata e affrontata, così che possa essere individuata la strategia più efficace per l’eliminazione o la riduzione del problema quando ciò è possibile.

L’infezione

Chi ha problemi di incontinenza da urgenza con tutta probabilità deve fare i conti con una infezione vescicale. Anche in questa eventualità, a maggior ragione, non si può fare a meno di contattare il proprio medico curante: ci si sottoporrà, così, a un esame delle urine e a una urinocoltura grazie a cui potrà essere individuato il batterio che ha provocato l’infezione da cui deriva l’incontinenza. Quindi, non rimarrà altro da fare che seguire la terapia antibiotica che verrà prescritta dallo specialista.

I prodotti assorbenti per incontinenza

Per gli uomini che patiscono l’incontinenza urinaria esistono dei prodotti assorbenti specifici: sono, per esempio, quelli della linea MoliCare Premium Men Pants. Si tratta di mutande assorbenti per uomo di recente introduzione, pensate per essere indossate come se si trattasse di semplici slip. Esse sono caratterizzate dalla presenza di molecole specifiche in grado di tenere gli odori sotto controllo. Il corpo assorbente è realizzato con un materiale tale da riuscire a bloccare i liquidi: essi, quindi, vengono trattenuti, perfino nel momento in cui in fase di seduta si schiaccia. La caratteristica più interessante dei prodotti della linea MoliCare Premium Men Pants è la discrezione: anche se vengono indossati, le altre persone non possono accorgersene. Qualora, invece, le perdite urinarie che si patiscono siano di lieve entità, vale la pena di provare i MoliCare Premium Men Pad: in questo caso parliamo di assorbenti sagomati che sono stati progettati apposta per adattarsi alle caratteristiche anatomiche degli uomini e che possono essere scelti in diversi livelli di assorbenza.

Dove si comprano

Quelli appena citati sono solo alcuni dei numerosi prodotti che fanno parte del catalogo di AMioAgio, shop online che mette a disposizione dei clienti privati una vasta gamma di articoli per l’igiene della persona e per le medicazioni. Ne fanno parte, appunto, i pannoloni e le mutande assorbenti per uomo, ma anche le traverse letto, i gel igienizzanti per le mani e i detergenti per l’igiene senza risciacquo.

L’incontinenza urinaria da sforzo

Una delle tipologie di incontinenza urinaria maschile è rappresentata dall’incontinenza urinaria da sforzo. Essa si verifica dopo che sono stati compiuti dei movimenti che hanno causato un incremento della pressione sulla vescica: movimenti che costituiscono, appunto, l’origine della perdita di urina. Il problema deriva da una insufficienza sfinterica, la quale può dipendere dal fisiologico passare degli anni o da un trauma del tratto urinario, ma anche da un intervento chirurgico che è stato effettuato alla prostata. L’incontinenza urinaria da sforzo si può manifestare perfino dopo normali situazioni come una risata, uno starnuto o un colpo di tosse.

L’incontinenza urinaria da urgenza e quella da rigurgito

Un altro tipo di incontinenza urinaria è quella da urgenza, che si concretizza dopo uno stimolo improvviso a urinare che la persona non è in grado di rinviare e, soprattutto, non può tenere sotto controllo. La causa è da identificare in una iperattività del muscolo detrusore della vescica, una circostanza che può essere causata da una infiammazione o da una infezione, ma anche da una lesione del midollo spinale o da danni neurologici di altro genere. L’incontinenza urinaria da rigurgito, invece, è molto frequente nel caso in cui si soffra di ipertrofia prostatica benigna. Conosciuta anche come incontinenza overflow, si concretizza nel momento in cui il passaggio delle urine viene ostruito, non di rado per un aumento delle dimensioni della prostata. Tale ostruzione fa sì che la vescica si sovradistenda, e così si verifichino delle perdite di urina di modesta entità.

L’incontinenza urinaria funzionale

Infine, l’ultima tipologia di incontinenza urinaria che vale la pena di conoscere è quella funzionale: si ha a che fare con questo problema nel momento in cui una malattia determina una disabilità di carattere psichico o di tipo fisico, a causa della quale la persona non è in grado di arrivare in tempo in bagno. Si pensi, per esempio, a un soggetto con il morbo di Alzheimer, che per effetto del danno cognitivo non si può rendere conto di aver bisogno di urinare; ma lo stesso discorso può essere esteso a chiunque abbia una patologia che è fonte di difficoltà motorie e ipomobilità.

Potrebbe interessarti anche: Fattore di potenza: come valutare l’acquisto di lampadine LED

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 21 aprile 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su