Litiga con il vicino e gli spara: tentato omicidio in Val d'Elsa

La vittima è un 58enne che è stato trasportato all'ospedale di Careggi d'urgenza

 SAN GIMIGNANO
  • Condividi questo articolo:
  • j

Un 58enne di San Gimignano con precedenti denunce a carico, oggi a mezzogiorno è stato attinto al capo, allo sterno e a una spalla da tre colpi di revolver. È  ora intubato all'Ospedale di Careggi a Firenze e lotta tra la vita e la morte. I fatti si sono compiuti in Via Delle Fonti nella cittadina delle torri, all'interno del piccolo residence, composto da una serie di miniappartamenti, che la locale amministrazione comunale destina ad anziani in difficoltà o a persone che, per vari motivi, abbiano rilevanti problemi di sussistenza. Da giorni litigava con l'inquilino del piccolo alloggio posto davanti al suo, nello stesso complesso, un pregiudicato 86enne pisano. Stanotte proprio quest'ultimo, attorno alle tre, ha chiamato il 112 per recriminare sul fatto che quel signore più giovane di lui continuasse a infastidirlo in tutti i modi,bussandogli alla porta anche di notte impedendogli così di dormire. I militari dell'Arma hanno raccomandato a entrambi di pacificarsi, di lasciar perdere, di non alimentare dissidi. Andata via la pattuglia, i due avrebbero continuato ad avere delle discussioni, sino a quando l'86enne avrebbe tirato fuori una vecchia pistola clandestina a tamburo di piccolo calibro  e ha esploso all'indirizzo dell'avversario tre colpi con notevole perizia. Udendo le esplosioni diverse persone hanno chiamato i carabinieri di San Gimignano e quelli di Poggibonsi che sono giunti prontamente sul posto, hanno ricostruito la dinamica degli avvenimenti anche con accertamenti tecnico scientifici e, in accordo col PM di turno Dottor Siro De Flammineis hanno tratto in arresto l'autore del tentato omicidio, traducendolo  al carcere senese di Santo Spirito.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, Rossi: ''Distribuiremo tramite i comuni 10 milioni di mascherine gratuitamente ai cittadini della Toscana''

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie  

 

 

Pubblicato il 5 aprile 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su