MAPS - Macelli Public Space, gestione degli spazi affidata all'associazione Polis

Le attività proposte consisteranno, ad esempio, in laboratori sulle arti performative, visive, audiovisive, multimediali, in corsi di musica e teatro, residenze artistiche, mostre, gestione di una sala professionale per prove di gruppi musicali e registrazioni audio. Oltre a ciò, sono previste conferenze, attività di formazione e workshop per la sensibilizzazione e la formazione sui temi dell'inclusione sociale e della cittadinanza attiva

Certaldo
  • Condividi questo articolo:
  • j

Dal mese di settembre ripartirà l’attività degli ex Macelli da poco ristrutturati ed entrerà nel vivo il progetto MAPS con le attività di formazione culturale e partecipazione previste.

Per questo nei giorni scorsi la Giunta comunale ha deliberato la concessione in comodato con oneri all’Associazione Polis degli spazi degli ex Macelli. Polis, insieme a Narrazioni Urbane, è infatti partner del Comune di Certaldo nel progetto Ma.PS - Macelli Public Space, sostenuto anche dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze nel bando "Spazi Attivi - percorsi di rigenerazione urbana”, progetto che oltre al recupero strutturale dello spazio prevedeva appunto una serie di attività che si svolgeranno nel prossimo autunno e che daranno il la alla nuova vita di questo spazio.

Le attività proposte consisteranno, ad esempio, in laboratori sulle arti performative, visive, audiovisive, multimediali, in corsi di musica e teatro, residenze artistiche, mostre, gestione di una sala professionale per prove di gruppi musicali e registrazioni audio. Oltre a ciò, sono previste conferenze, attività di formazione e workshop per la sensibilizzazione e la formazione sui temi dell'inclusione sociale e della cittadinanza attiva, con la collaborazione di esperti della co-progettazione e delle pratiche di partecipazione e altro ancora.

«Il progetto Ma.PS è nato per riqualificare gli ex Macelli e al tempo stesso incentivare una dimensione aggregativa e relazionale che trasformasse il Centro in un vero e proprio spazio pubblico – ricorda l’assessore Jacopo Arrigoni, che ha seguito il progetto – una "piazza" fruibile per imparare, creare, partecipare, conoscere e condividere, uno spazio di relazioni e sperimentazioni in dialogo permanente con la città e i suoi abitanti».

«Grazie al progetto MAPS, realizzato col contributo della Fondazione CR Firenze, il nuovo centro giovani i Macelli si è rinnovato – dice il sindaco Giacomo Cucini – e diventerà da questo autunno il fulcro di un’attività culturale e partecipativa aperta a tutti. Il centro si inserisce in una zona completamente riqualificata, grazie al rifacimento del parcheggio e della piazza, con ampi spazi pedonali e con importanti servizi al cittadino, come la Casa della Salute che sarà realizzata nei prossimi mesi. La gestione dello spazio da parte di Polis, realtà che dal 1991 permette a tanti certaldesi di formarsi nelle diverse attività culturali, dalla musica alla danza, dal teatro ai laboratori estivi, garantirà una gestione competente e dinamica di questi spazi. E la collaborazione con l’associazione Narrazioni Urbane saprà rendere le attività e lo spazio aperti e partecipati».

Pubblicato il 9 agosto 2019

  • Condividi questo articolo:
  • j
Torna su