Matteo Pelliti presenta 'La bicicletta gialla' a Poggibonsi

Il libro racconta di Giovannino, della sua passione per il ciclismo. Giovannino vuole una bicicletta. Gialla. Nuova fiammante. Il babbo trova un vecchio telaio e si mette all'opera

  • Condividi questo articolo:
  • j

Per tre giorni la bicicletta sarà protagonista a Poggibonsi. Prima del passaggio del Giro d'Italia (lunedì) e della manifestazione "Bicincittà" (domenica), ecco, sabato 11 alle 17.30 preso Olivia Libreria Bistrot, La bicicletta gialla di Matteo Pelliti e Riccardo Guasco (ed. Topipittori), una scorribanda poetica su due ruote per piccoli (e grandi) ciclisti. 

Il libro

Il libro racconta di Giovannino, della sua passione per il ciclismo. Giovannino vuole una bicicletta. Gialla. Nuova fiammante. Il babbo trova un vecchio telaio e si mette all'opera. Ma per Giovannino tutto ciò che è vecchio è brutto. E allora, disperazione! Finché dal garage del papà esce un mezzo straordinario. Le eleganti rime alternate di Matteo Pelliti si accompagnano alle meravigliose tavole di Riccardo Guasco per raccontare l'amore dei bambini per le due ruote. Intramontabile, a dispetto delle più moderne tecnologie. A conversare con Matteo Pelliti, che leggerà le sue rime, Valentina Serafini e Giovanni Gennai. Saranno in mostra le tavole di Riccardo Guasco. L'iniziativa è organizzata dall'Associazione "La Scintilla" e Olivia Libreria Bistrot.

L'autore

Matteo Pelliti (Sarzana, 1972) vive a Pisa dove si è laureato in Filosofia. Ha pubblicato alcune raccolte di poesie, l'ultima del 2015 "Dal corpo abitato" (Luca Sossella editore) illustrazioni di Guido Scarabottolo e cd audio con Simone Cristicchi, cantautore col quale collabora stabilmente dal 2005. Il suo diario in rete è www.coltisbagli.it.

Riccardo Guasco, "rik", illustratore e pittore, è nato ad Alessandria nel 1975. Influenzato da movimenti come il cubismo e il futurismo e da personaggi come Picasso, Depero, Feininger, disegna con linee semplici e pochi colori cercando la leggerezza della forma e il calore cromatico. Innamorato del manifesto come mezzo di comunicazione utile ad una buona educazione all'immagine, mescola poesia e ironia creando illustrazioni per far sorridere gli occhi. Le sue illustrazioni appaiono su campagne pubblicitarie, riviste, libri, cappelli e biciclette. E' felice di aver collaborato con The New Yorker, Eni, TIM, Diesel, Rizzoli, Baldini & Castoldi, Poste Italiane, Campo Viejo, Giunti, Moleskine, Rapha, Thames & Hudson, DeAgostini, Sole 24 Ore, Emergency, Greenpeace, Rai, L'Espresso.

Pubblicato il 9 maggio 2019

  • Condividi questo articolo:
  • j
Torna su