Misure anti coronavirus: fa il bagno nelle pozze termali: multato dai Carabinieri

E' costato 280 euro il bagno di un cinquantenne senese in una pozza di acqua sulfurea, nonostante il decreto legge e la incessante campagna di informazione in merito al restare in casa

 PROVINCIA DI SIENA
  • Condividi questo articolo:
  • j

È il caso di un cinquantaduenne senese che ha pensato di andare a fare un bagno nelle acque termali di Bagni San Filippo, Frazione di Castiglione d’Orcia. Un bagno costatogli quasi trecento euro. I Carabinieri della Tenenza di Abbadia San Salvatore infatti, impiegati in specifico servizio di vigilanza alle prescrizioni governative che impongono di restare a casa, hanno trovato l’uomo ancora immerso nell’acqua termale in spregio al divieto. Non ha potuto fornire alcuna giustificazione, ammettendo di aver commesso una violazione.

Immediata è scattata la sanzione amministrativa che se pagata entro trenta giorni si limita –si fa per dire – a 280 euro ma che può lievitare fino a oltre 400 euro. Ancora alta la guardia dei Carabinieri della Compagnia di Montalcino, specie con l’approssimarsi dell’ormai imminente festività pasquale che potrebbero indurre in tentazione complici le belle giornate primaverili cui stiamo assistendo.

Potrebbe interessarti anche: Covid-19, è record di guariti in Italia

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 9 aprile 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j
Torna su