Monteriggioni: avviato l’iter per riaprire la Sp5 Colligiana dopo la chiusura

«Il Comune di Monteriggioni - spiega il sindaco Senesi - è in contatto costante con la Provincia di Siena, ente competente sulla Sp5 Colligiana, e sta sollecitando l'intervento di manutenzione e ripristino del ponte chiuso dallo scorso novembre consapevole dei disagi che questa chiusura sta provocando alla comunità locale e al territorio. L'iter necessario alla realizzazione dell'intervento è stato avviato, ma occorre attendere i tempi previsti dalla normativa per poter dare concretezza all'opera e continueremo a tenere alta l'attenzione»

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

«Il Comune di Monteriggioni è in contatto costante con la Provincia di Siena, ente competente sulla Sp5 Colligiana, e sta sollecitando l'intervento di manutenzione e ripristino del ponte chiuso dallo scorso novembre consapevole dei disagi che questa chiusura sta provocando alla comunità locale e al territorio. L'iter necessario alla realizzazione dell'intervento è stato avviato, ma occorre attendere i tempi previsti dalla normativa per poter dare concretezza all'opera e continueremo a tenere alta l'attenzione». E' quanto afferma Raffaella Senesi, sindaco di Monteriggioni sulla chiusura della Sp5 Colligiana fra Colle di Val d'Elsa e Monteriggioni, chiusa per la pericolosità di un ponte, che riepiloga alcune comunicazioni rese note anche nel corso dell'ultimo consiglio comunale.

Iter avviato subito dopo la chiusura

«Dopo la chiusura da parte della Provincia, lo scorso novembre - aggiunge Senesi - il Comune ha segnalato alla Provincia tutti i sottoservizi presenti in corrispondenza dell'infrastruttura ritenuta pericolosa e delle aree limitrofe interessate dal cantiere. Successivamente, la Provincia ha affidato gli incarichi professionali per la progettazione, la direzione dei lavori, il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione e il conseguente ottenimento di tutte le autorizzazioni e nulla osta necessarie a eseguire i lavori. Inoltre, è stata fatta la valutazione del rischio bellico residuo e, subito dopo, è stato affidato l'incarico per redigere la relazione geologica, che ha portato a effettuare i sondaggi finalizzati alla redazione della relazione tecnica».

Stato attuale

«Allo stato attuale - aggiunge ancora Senesi - è in corso l'affidamento dell'incarico per redigere lo studio idraulico del fosso Graffone, propedeutico alla richiesta di autorizzazione al Genio Civile di Firenze, ente competente sullo stesso fosso. Una volta ricevuta la relazione geologica, la Provincia procederà al completamento del progetto chiedendo i permessi a tutti gli altri enti coinvolti, quali Comune, Soprintendenza, Genio Civile e altri, prima di poter affidare i lavori secondo le modalità previste dalla normativa vigente».

Controlli sui divieti di transito

«Il Comune - conclude il primo cittadino di Monteriggioni - non ha competenza diretta sui lavori, ma sta tenendo alta l'attenzione anche con controlli della Polizia municipale per garantire il rispetto delle deviazioni previste e dei relativi divieti di transito nel centro abitato di Castellina Scalo da Le Frigge e via XXV Aprile».

Pubblicato il 19 febbraio 2019

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell’informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su