Monteriggioni: incontro con Moreno Burattini e le sue storie di Zagor

Insieme al fumettista e sceneggiatore ci saranno il disegnatore Walter Venturi e l’illustratore Alessandro Bocci

 MONTERIGGIONI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Si intitola “Io e Zagor. La strada verso Darkwood” l’appuntamento in programma sabato 10 ottobre, alle ore 17, nel Complesso monumentale di Abbadia Isola in compagnia del fumettista Moreno Burattini. L’iniziativa sarà ospitata nella Sala Ildebrando e proporrà un pomeriggio in compagnia dello storico sceneggiatore e curatore dell’albo che, nel suo “Io e Zagor. La strada verso Darkwood”, edito da Cut-Up, racconta come ha conosciuto e si è appassionato al mondo incantato di Zagor. L’appuntamento vedrà anche la presenza del disegnatore Walter Venturi e dell’illustratore Alessandro Bocci e sarà coordinato da Dario Ceccherini. Al termine, è prevista una sessione di autografi e disegni firmati dagli ospiti. L’iniziativa è organizzata dal Comune di Monteriggioni insieme a Monteriggioni A.D. 1213 e Associazione Culturale La Scintilla e sarà con ingresso è libero, nel rispetto delle norme anti Covid-19. Per partecipare all’appuntamento è consigliata la prenotazione contattando l’Ufficio turistico di Monteriggioni al numero 0577-304834 oppure all’indirizzo mail info@monteriggioniturismo.it.

L’appuntamento. Nel corso del pomeriggio dedicato alle storie di Zagor, Moreno Burattini racconterà aneddoti, avventure e incontri che hanno trasformato in una professione la sua passione, nata quando era un bambino, per il leggendario eroe dalla casacca rossa creato nel 1961 da Sergio Bonelli e Gallieno Ferri. L’omaggio a Zagor sarà completato dalla presenza di Walter Venturi, fra i disegnatori di punta di Zagor e di Sergio Bonelli Editore, e dell’illustratore Alessandro Bocci, legato allo stesso editore, per un saluto di “Aquila della notte” allo “Spirito con la scure”.

I protagonisti. Moreno Burattini, laureato in Lettere all'Università di Firenze con una tesi sulla sceneggiatura dei fumetti, è sceneggiatore ma anche scrittore, saggista, critico specializzato, curatore di mostre e autore teatrale. Tra i principali sceneggiatori e soggettisti delle storie di Zagor per Sergio Bonelli Editore, è diventato negli anni il primo autore per numero di storie del personaggio superando il suo creatore, Sergio Bonelli (alias Guido Nolitta). Dal gennaio 2007 è il curatore della collana. A Moreno Burattini si devono anche alcuni racconti usciti sugli albi di un altro personaggio della casa editrice milanese, ovvero il Comandante Mark.

Walter Venturi autoproduce, dal 1994, 12 albi del suo personaggio “Capitan Italia” per dedicarsi successivamente alla miniserie di genere horror “Lost Kidz”, scritta da Roberto Recchioni e autoprodotta dal gruppo Factory. Ha realizzato, inoltre, numerose storie libere e miniserie apparse su Skorpio e Lanciostory ed è entrato a far parte dello staff di "John Doe" e "Detective Dante", entrambe serie ideate dal duo Lorenzo Bartoli & Roberto Recchioni. Ha realizzato anche per Disney le matite del n.7 della serie "Kylion". La sua collaborazione con Sergio Bonelli Editore è iniziata lavorando a "Brad Barron", dove ha pubblicato anche Demian e Zagor. Nel 2013 ha pubblicato come autore completo il romanzo a fumetti “Il grande Belzoni”.

Alessandro Bocci, senese, ha maturato le prime esperienze professionali nel 1994, collaborando alla testata "Lazarus Ledd" di Ade Capone, pubblicata dalla Star Comics, di cui è diventato, poi, il copertinista. Nel 1997 si è aggiudicato il premio "Fumo di China" come "miglior giovane disegnatore italiano" e nello stesso anno ha realizzato per la Marvel Italia un episodio della serie "Conan il conquistatore". Nel 2001 è approdato alla Casa editrice Bonelli nello staff di Dampyr e nello stesso anno ha vinto il premio "Inca" come miglior copertinista. La sua prima storia di Dampyr, "Il mare della morte", n. 31, gli vale, nel 2003, l'assegnazione del premio "Cartoomics-If" come promessa del fumetto italiano. Nel 2016, inoltre, ha debutta su Tex con una storia pubblicata sul Tex Magazine N°1, per poi realizzare un breve episodio per il decimo Color Tex prima di approdare, nel 2019, alla serie mensile del Ranger bonelliano.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, tre nuovi casi a Barberino Tavarnelle

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie 

Pubblicato il 6 ottobre 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su