Moria di pesci nell’Elsa, avvistamenti a Certaldo e Ulignano

Risveglio amaro quello di oggi, mercoledì 7 giugno, per gli abitanti della Val d’Elsa che di nuovo hanno assistito alla moria di pesci nel fiume Elsa. Alcuni giornali locali riportano la presenza della fatidica schiuma bianca, la stessa di cui si sente discutere da anni, dissoltasi poi nel Comune di Castelfiorentino. Sui social network qualche cittadino preoccupato denuncia l’accaduto anche nel fiume Staggia, affluente dell’Elsa. Le cause sono ancora da chiarire, ma molti sospettano l’illecito versamento di sostanze tossiche

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Risveglio amaro quello di oggi, mercoledì 7 giugno, per gli abitanti della Val d’Elsa che di nuovo hanno assistito alla moria di pesci nel fiume Elsa. Alcuni giornali locali riportano la presenza della fatidica schiuma bianca, la stessa di cui si sente discutere da anni, dissoltasi poi nel Comune di Castelfiorentino. Sui social network qualche cittadino preoccupato denuncia l’accaduto anche nel fiume Staggia, affluente dell’Elsa.

Dall’ARPAT (Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana) tutto tace, anche se sono state tante le segnalazioni ricevute in merito.

Le cause sono ancora da chiarire, ma molti sospettano l’illecito sversamento di sostanze chimiche. Lo scorso marzo, il ribaltamento di un’autocisterna sulla SR 429 aveva contaminato le acque con una soluzione di ipoclorito di sodio e provocato gli stessi danni.

Nelle foto, gentilmente fornite da alcuni pescatori della zona, si possono vedere cavedani, barbi e altre specie animali. Sono state scattate presso La Steccaia di San Gimignano, a Ulignano, oggi intorno alle ore 14.00.

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 18.00 - La Polizia provinciale di Siena ha prelevato campioni di acqua che saranno analizzati da laboratorio Arpat

Pubblicato il 7 giugno 2017

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su