Muore di coronavirus l'Imam di Colle di Val d'Elsa

Il cordoglio dell'Unione delle comunità islamiche in Italia

 COLLE DI VAL D'ELSA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Un grande dolore travolge l’UCOII con la perdita di uno dei suoi fondatori, membro del Consiglio dei Saggi, imam di Perugia e Colle di Val d’Elsa e una delle guide più importanti per i musulmani d’Italia, il dr. Mohamed Abdel Qader, conosciuto anche come Abū Sumaya che si è spento a 72 anni a Perugia dopo aver lottato in terapia intensiva per settimane contro il covid.

"Medico in pensione, arrivato a Perugia negli anni settanta a cui è profondamente legato, ha speso la sua vita al servizio di questa Comunità e del dialogo interreligioso promuovendo e partecipando ai più significativi incontri nazionali e internazionali - fa sapere l'Unione delle comunità islamiche in Italia - L’Unione si stringe nel dolore dei famigliari e porge le sue sentite condoglianze a loro e a tutta la Comunità Islamica italiana".

"Apprendiamo con profondo cordoglio la notizia della scomparsa dell’Imam di Perugia e Colle di Val d’Elsa, Abdel Qader, a causa del virus Covid 19 - rende noto il Comune di Colle di Val d'Elsa - l’Amministrazione Comunale e l’intera Colle di Val d’Elsa, esprimono la loro vicinanza alla famiglia e a tutta la comunità islamica della città a cui si stringono idealmente in questo momento di dolore.

Potrebbe interessarti anche: Cento nuovi posti di lavoro nell'area industriale di Sambuca Val di Pesa

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 15 febbraio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su