Diba '70 shop San Gimignano

Musei di Certaldo: il 2016 si è chiuso con uno straordinario + 26%

«Si tratta di un dato importante, anche perchè matura in un contesto che vede anche una crescita di presenze turistiche complessive nell'area – dice l'assessore alla cultura e al turismo, Francesca Pinochi – e questi dati ci confermano la bontà del lavoro svolto in questi anni. Un lavoro articolato che ha visto, in parallelo, da un lato l'attenzione alla riqualificazione urbana e agli investimenti strutturali per tutelare e valorizzare il borgo; dall'altro le azioni di programmazione e promozione»

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Con un trend di crescita che prosegue da quattro anni, il 2016 si è chiuso con il segno positivo più consistente di sempre per il Sistema Museale di Certaldo: + 26% di ingressi. Si è passati dai 29.175 ingressi del 2015 ai 36.751 ingressi del 2016. Un dato che tiene conto di tutte le tipologie di ingresso nel Sistema Museale, ovvero il biglietto unico per i soli Palazzo Pretorio e Casa di Boccaccio, ma anche di quello che ai due musei comunali unisce la visita del Museo di Arte Sacra e/o la visita al Museo del Chiodo. Se a queste cifre sommiamo poi anche gli ingressi effettuati al solo Museo di Arte Sacra e al solo Museo del Chiodo, il totali degli ingressi ai musei sale a 33.984 ingressi nel 2015 e 40.959 ingressi nel 2016.

«Si tratta di un dato importante, anche perchè matura in un contesto che vede anche una crescita di presenze turistiche complessive nell'area – dice l'assessore alla cultura e al turismo, Francesca Pinochi – e questi dati ci confermano la bontà del lavoro svolto in questi anni. Un lavoro articolato che ha visto, in parallelo, da un lato l'attenzione alla riqualificazione urbana e agli investimenti strutturali per tutelare e valorizzare il borgo; dall'altro le azioni di programmazione e promozione, il coordinamento con le strutture ricettive, il calendario di eventi in collaborazione con le associazioni, le iniziative per i buyers, la valorizzazione di Certaldo come sede di matrimoni. Inoltre ci siamo impegnati per avere visibilità in tante iniziative promozionali regionale e nazionali: basti ricordare “EXPO 2015” o la presenza nel contenitore “Toscana Ovunque Bella” col quale abbiamo partecipato al lancio nazionale. Questo risultato è poi reso possibile grazie alla collaborazione con la Pro Loco, che gestisce i nostri uffici e servizi di informazione turistica; alla collaborazione con l'Ente nazionale Giovanni Boccaccio, ideatore di eventi e punto di riferimento per studiosi di tutto il mondo; al biglietto unico con il Museo di Arte Sacra».

La presentazione dei dati 2016 è anche l'occasione per ricordare le mostre appena concluse e annunciare quelle in arrivo.

«Nel 2016 l'offerta museale è stata particolarmente ricca e gradita, dedicata a #ilviaggio, con le tre mostre personali degli artisti Gloria Campriani, Luca Macchi, Alain Bonnefoit, che ringraziamo per l'impegno e la professionalità con la quale si sono dedicati ai rispettivi progetti artistici. Il 2017 avrà come fil rouge la parola #omaggio: omaggio al territorio con la mostra di fotografie di Giancarlo Bartalini, che verrà inaugurata sabato 11 febbraio alle ore 11.30 e aprirà la stagione espositiva 2017. Seguirà da maggio la mostra di Elio De Luca, un omaggio alla donna e alla femminilità. Chiuderà la stagione espositiva nel secondo semestre la rassegna delle migliori opere dell'omaggio dei pittori contemporanei a Giovanni Boccaccio, opere dei maestri del '900 pittorico italiano ed europeo, in un omaggio alla nostra cultura».

Pubblicato il 23 gennaio 2017

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su