Nasce a Casole la Galleria Fotografica Belvedere: un nuovo spazio per mostre e cultura

«Il progetto è stato accolto con entusiasmo, anche perché un punto espositivo fotografico permanente mancava a Casole d'Elsa. La Galleria Fotografica Belvedere ospiterà una serie di mostre permanenti, organizzate da un Comitato i cui membri si occupano da sempre di fotografia ma anche della gestione di eventi del Comune. L'idea è quella di creare un luogo vivo, culturale, che sia occasione di scambio e di confronto e che riesca ad avvicinare anche i più giovani»

 CASOLE D'ELSA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Domenica scorsa, al posto dell'ex Centro Giovani, vicino a Piazza Luchetti a Casole d'Elsa, è stata inaugurata la Galleria Fotografica Belvedere, un nuovo spazio che prende il nome dallo straordinario panorama che si può ammirare e che ha l'obiettivo di diventare luogo di esposizioni e di eventi culturali.

«Tutto è partito dall'idea di Giampiero Muzzi il quale ha proposto all'Amministrazione Comunale di creare uno spazio espositivo e culturale in un ambiente inutilizzato del Comune - ha spiegato Vittoria Panichi, assessore alla cultura del borgo valdelsano -. Il progetto è stato accolto con entusiasmo, anche perché un punto espositivo fotografico permanente mancava a Casole d’Elsa. La Galleria Fotografica Belvedere ospiterà una serie di mostre permanenti, organizzate da un Comitato i cui membri si occupano da sempre di fotografia ma anche della gestione di eventi del Comune. L’idea è quella di creare un luogo vivo, culturale, che sia occasione di scambio e di confronto e che riesca ad avvicinare anche i più giovani».

Adesso in esposizione ci sono le fotografie di Giampiero Muzzi, ma l'idea è quella di creare un flusso continuo di mostre non soltanto legate alla Val d'Elsa, ma anzi, di tutto il mondo, immagini che permettano di allargare il proprio orizzonte guardando da punti di vista diversi e soggettivi. «Oggi Casole è percepito come un luogo d’arte e la concretizzazione di una galleria fotografica darà sicuramente lustro al paese - ha spiegato l'autore, il responsabile della Galleria -. Sarà un punto espositivo e di informazione, ma vorremmo andare oltre l’idea di una semplice galleria. Vorremmo organizzare corsi di fotografia, creando anche occasioni di lavoro».

Del comitato, nato in maniera spontanea, fanno parte in questo momento anche altri importanti fotografi del territorio come Heinz Homatsch e Andrea Buzzichelli, Francesco Bigliazzi e Giuliano Stoppo, presidente della Pro Loco di Casole d'Elsa.

In programma sono previste letture, incontri con personaggi importanti legati al mondo della fotografia e della poesia, momenti musicali.

Alessandra Angioletti

Pubblicato il 20 settembre 2019

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su