Nidi e infanzia comunale, al lavoro per il rientro di 250 bambini

Inviata lettera a tutti i genitori con i calendari ad oggi. Altri elementi saranno successivamente dettagliati

 POGGIBONSI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Sarà l’8 settembre la data di ripartenza dei servizi educativi comunali. “Stiamo lavorando alla riattivazione dei servizi con tanto di calendari di inserimento sia per i nidi che per le scuole dell’infanzia  – dice l’assessore alle politiche educative Susanna Salvadori – C’è un lavoro di organizzazione che sta procedendo. Chiaramente, restando lo stato di emergenza sanitaria, rimane un livello di incertezza, per noi come per tutti, che speriamo vivamente di non dover affrontare. La nostra attività discende sempre e necessariamente dal contesto normativo nazionale e regionale e dai conseguenti protocolli di sicurezza a cui ci siamo sempre adeguati e ci adegueremo. E proprio in conseguenza del Piano Scuola e delle indicazioni regionali sullo 0-6 ci siamo attrezzati per la riattivazione dei servizi cercando di gestire e pianificare tutti gli aspetti”.

Ed ecco che torneranno nei nidi e nelle scuole materne comunali complessivamente circa 250 bambini e bambine, chiaramente con il percorso di gradualità previsto alla partenza di ogni anno educativo.  Nel dettaglio saranno 104 i piccoli che andranno nei nidi La Coccinella e Rodari e 147 i più grandicelli che frequenteranno le scuole materne Mastro Ciliegia e La Tartaruga e a cui già prima del lockdown era stata confermata l'ammissione.

A tutti i genitori dei bambini e della bambine che a settembre torneranno nei nostri nidi e nelle nostre scuole dell’infanzia abbiamo inviato le informazioni specifiche tramite apposita comunicazione – dice Salvadori – Stiamo lavorando ad alcuni aspetti da definire e che saranno successivamente dettagliati”.

Il lavoro infatti –  chiude l’assessore - prosegue a tutto tondo sull’organizzazione dei servizi. E quindi il tema della mensa, del trasporto scolastico, delle entrate e delle uscite scaglionate. Tutti temi su cui stiamo lavorando con le scuole, le associazioni, i genitori. C’è in tutto questo un fatto positivo: torniamo tutti in classe e stiamo riprogrammando l’attività nei nostri spazi scolastici e per i nostri bambini”.

Potrebbe interessarti anche: Ritirata la patente ad un camionista e multato dalla Polizia Stradale

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 29 luglio 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su