Nuovo Consiglio Comunale a Colle: vanno rieletti il Presidente e il Vice presidente

Durante la scorsa seduta erano stati nominati Presidente e Vice Presidente del Consiglio Enrico Galardi e Annarita Aceto, entrambi del Partito Democratico e proposti dalla maggioranza. Tuttavia, come rilevano Su per Colle e Colle Civica, "il Consiglio comunale è presieduto dal Consigliere eletto dall'Assemblea nel proprio seno, a maggioranza assoluta dei propri componenti e con voto palese, nella prima adunanza dopo la convalida degli eletti"

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lunedì 15 luglio 2019 è convocato il secondo Consiglio comunale della nuova Amministrazione di Colle di Val d'Elsa. Al primo punto all'ordine del giorno l'interrogazione presentata dalla coalizione Su per Colle - Colle Civica in relazione alla nomina del Presidente e del Vice presidente del Consiglio.

Durante la scorsa seduta, quella di giovedì 27 giugno di cui abbiamo parlato in un lungo articolo, erano stati nominati Presidente e Vice Presidente del Consiglio Enrico Galardi e Annarita Aceto, entrambi del Partito Democratico e proposti dalla maggioranza. Tuttavia, come rilevano le due liste civiche, secondo quanto riportato dal punto 1 dell'articolo 8 del Regolamento del Consiglio comunale, "il Consiglio comunale è presieduto dal Consigliere eletto dall'Assemblea nel proprio seno, a maggioranza assoluta dei propri componenti e con voto palese, nella prima adunanza dopo la convalida degli eletti". Come è possibile riscontrare anche dal video, la maggioranza assoluta non c'era: i voti favorevoli sono stati otto e non nove (cioè la metà dei componenti più uno).

Ma la questione rilevata dalla coalizione è anche un'altra e riguarda la trasparenza. «Errare è umano - scrive l'ex assessore Alberto Galgani su Facebook - [...] ci può stare e non è un dramma. Il dramma avviene quando invece si decide di omettere la questione». In un primo momento, infatti, il primo punto all'ordine del giorno era la "Rielezione per autotutela del Presidente e del Vice presidente del Consiglio comunale", poi modificato con l'integrazione dell'interrogazione, senza dare atto alla coalizione della segnalazione.

«Dopo aver atteso invano la pubblicazione degli atti del precedente consiglio comunale ho deciso di inviare l'interrogazione alle 19.01 dell'8 luglio - ha commentato il capogruppo Lodovico Andreucci -. [...] Il nostro gruppo si è accorto della non validità dell'elezione del presidente e del vice presidente del consiglio comunale, confermato dall'ordine del giorno del prossimo consiglio. Se non mi fossi mobilitato, chiamando chi di dovere, la nostra interrogazione non sarebbe stata presentata e suppongo che se non l'avessimo presentata non ci sarebbe stato neanche il primo punto all'ordine del giorno».

 

Pubblicato il 10 luglio 2019

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su