Bisniflex Poggibonsi showroom

Nuovo Polo per l'infanzia, a Montespertoli 4,6 milioni dal PNRR

Ottenute le risorse del bando ''Futura'' per aumentare l'offerta di servizi educativi

 MONTESPERTOLI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Il Comune di Montespertoli ha ottenuto un contributo pari a 4.662.952,00 Euro destinato alla costruzione di un edificio finalizzato a ospitare un Polo per l’infanzia, ossia una struttura che accoglierà bambini e bambine fino ai 6 anni di età garantendo continuità del percorso educativo e abbracciando i principi del sistema integrato 0-6 anni. Le risorse sono state messe a disposizione dall’avviso pubblico “Futura”, che è parte integrante delle azioni del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e che intende far crescere l’offerta di servizi educativi sia per la fascia 0-2 sia per la fascia 3-6. In particolare, dei 14 progetti toscani che hanno superato la selezione relativa ad ampliamenti o nuove costruzioni di edifici scolastici destinati alle scuole d’infanzia e ai Poli per l’infanzia, soltanto 5 hanno ottenuto l’ammissione senza riserva (incluso il progetto presentato dal Comune di Montespertoli). Ciò è stato possibile anche grazie alla decisione di potenziare la struttura amministrativa dell’ente attraverso l’istituzione di un Ufficio Progettazioni Strategiche in grado di comporre progettualità avanzate capaci di raggiungere posizioni apicali nelle graduatorie dei bandi.

Il progetto dell’Amministrazione comunale era già stato in precedenza oggetto di un’aggiudicazione provvisoria di un contributo di 3 milioni di euro da parte del Ministero dell’Istruzione. Nel frattempo, tuttavia, l’aumento dei costi dei materiali aveva richiesto un aggiornamento al rialzo del quadro economico dell’investimento, costringendo l’ente a cercare ulteriori fonti di finanziamento che potessero coprire le ulteriori spese previste dall’adeguamento dei prezzi. Per questa ragione all’inizio di quest’anno si è deciso di partecipare all’avviso pubblico “Futura”, uscito nell’ambito dei bandi legati al PNRR, in modo da poter proseguire con la progettazione e la realizzazione dell’opera. Con la pubblicazione delle graduatorie, dunque, viene ufficializzata la copertura dell’intero ammontare di spese richieste per la costruzione del Polo per l’infanzia e si definiscono le tempistiche così come presentate nell’avviso pubblico: l’aggiudicazione dei lavori deve essere finalizzata entro giugno 2023 e i lavori devono essere terminati entro e non oltre la fine del 2025.

In virtù di questa aggiudicazione - la più cospicua per risorse ottenute nella storia dell’ente - nei prossimi tre anni Montespertoli vedrà svilupparsi concretamente nell’area del Turbone e di via dello Schiavone non soltanto il Polo della Salute, i cui lavori sono in partenza, ma anche la prima struttura che comporrà il nuovo Polo scolastico di Montespertoli. In questo senso, l’Amministrazione sta parallelamente lavorando alla revisione dell’inquadramento urbanistico dell’area al fine di poter bandire la gara per progettazione esecutiva e lavori della viabilità del nuovo polo, che servirà anche il distretto sanitario e che inizierà a vedere la luce a partire dalla seconda metà del prossimo anno. Si tratta dunque di una visione integrata, che progetta i lavori pubblici in funzione dell’ampliamento dell’offerta di servizi sul territorio e che consente a Montespertoli di recuperare un gap di infrastrutture sociali che è spesso tra le cause principali dello spopolamento dei borghi rurali.

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Tragedia sulle Apuane, 28enne sancascianese precipita durante un'escursione

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 24 agosto 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su