Opere pubbliche, cantieri in corso e lavori da riprendere

Si lavora in piazza Berlinguer, via Montorsoli, piazza XVIII luglio, impianti sportivi a Staggia, pensilina allo stadio

 POGGIBONSI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Piazze, strade, scuole, spazi pubblici al centro di lavori in corso ma anche al centro di procedimenti rallentati a causa del lockdown. “C’è un complesso di cantieri che hanno potuto procedere e che hanno comunque ripreso gradualmente sulla base delle evoluzioni normative introdotte - dice l’assessore ai lavori pubblici, Fabio Carrozzino - per altri lavori invece stiamo cercando di superare le criticità che il lockdown ha provocato sotto l’aspetto amministrativo. Per altri ancora dovremo valutare la programmazione in base alle risorse disponibili.  Andiamo avanti sui cantieri aperti e sui progetti prioritari, ovvero scuola di Staggia e Leonardo da Vinci di cui il Covid ha semplicemente rallentato la procedura”. Andiamo per ordine.

I cantieri aperti. Sono ripresi i lavori alla pensilina dello stadio e quelli in piazza XVIII luglio dove una parte del cantiere ha proceduto con un fermo di poche settimane mentre la parte edilizia è stata bloccata per più tempo per poi riprendere. E’ proseguita in maniera spedita la riqualificazione di piazza Berlinguer i cui lavori sono in fase avanzata. E’ ripreso, anche in questo caso dopo un breve periodo di fermo, il cantiere per sistemare l’ultimo tratto di via Montorsoli, a completamento del percorso di sistemazione di strade e piazze del centro storico cofinanziati nell’ambito del progetto di innovazione urbana (come del resto anche piazza Berlinguer). Per ultimi, sono ripresi da pochi giorni i lavori agli impianti sportivi di Staggia e a breve (seconda settimana di giugno) riprenderanno alla Leonardo da Vinci.

Rallentamento amministrativo invece per la sistemazione della scuola media di Staggia, a causa della sospensione dei procedimenti amministrativi per lockdown. “E’ bene essere chiari. La scuola di Staggia - dice Carrozzino - sarà oggetto di un intervento di sistemazione importante e già completamente finanziato. Le risorse ci sono e la gara era stata già pubblicata con anche il raggiungimento dei termini per l’invio delle offerte”. Le procedure amministrative obbligatorie e conseguenti si sono bloccate per il lockdown. In particolare resta da attendere il parere dell’Anac in merito a richieste avanzate. “Siamo in attesa che l’iter riprenda per procedere con l’aggiudicazionedei lavori e quindi con il cantiere. Tutto andrà rimodulato nei tempi e attendiamo la ripartenza delle procedure per essere più precisi con la comunità scolastica. Ma è certo che il lavoro si farà”, dice l’assessore.

La programmazione. “Sarà invece necessaria una rivalutazione complessiva - chiude l’assessore - del programma di investimenti che si lega anche alla nostra capacità di spesa e quindi alle risorse che saranno a disposizione. In attesa di dati certi, stiamo continuando a lavorare sulla progettazione e sull’accesso ai bandi e stiamo impostando una riprogrammazione dei lavori che ci consenta di procedere con il percorso intrapreso”.

Potrebbe interessarti anche: Ecco il progetto di Culturit per promuovere il Museo di Casole

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 1 giugno 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j
Torna su