Palio di Siena, quando una volta si correva in Val d'Elsa

Il cardinale Flavio Chigi era un grande amante della manifestazione. Per questo, tra il 1679 e il 1692, organizzò otto corse di cavalli, invitando le contrade che volevano partecipare. L’evento ricorreva ogni anno intorno alla metà di settembre e si svolgeva all'interno del Parco della Tebaide oppure, qualche volta, lungo la strada che separa il parco dalla Villa. Bacili d’argento e drappelloni spettavano ai vincitori

  • Condividi questo articolo:
  • j

Oggi a Siena è giorno di Palio. Una tradizione che va avanti da secoli, una festa per tutti i senesi che lo vivono quotidianamente nel tempo e nei suoi diversi aspetti e sentimenti. Ma forse tutti non sanno che una volta il Palio si correva anche in Val d’Elsa, più precisamente a Villa Cetinale, ai piedi della Montagnola Senese, nel Comune di Sovicille.

Il cardinale Flavio Chigi era un grande amante della manifestazione. Per questo, tra il 1679 e il 1692, organizzò otto corse di cavalli, invitando le contrade che volevano partecipare. L’evento ricorreva ogni anno intorno alla metà di settembre e si svolgeva all’interno del Parco della Tebaide oppure, qualche volta, lungo la strada che separa il parco dalla Villa. Bacili d’argento e drappelloni spettavano ai vincitori.

Ancora oggi all’interno del Parco della Tebaide si possono osservare delle sculture che simboleggiano le contrade vincitrici. Il Palio di Villa Cetinale non è riconosciuto dal Comune di Siena.

Questo l’elenco delle vittorie:

21 settembre 1679: Chiocciola (fantino Granchio) 

27 settembre 1680: Bruco

26 settembre 1681: Valdimontone (fantino Mone) 

23 settembre 1684: Onda 

- 23 settembre 1685: Valdimontone (fantino Pavolino) 

22 settembre 1686 Valdimontone (fantino Pavolino) 

23 settembre 1691: Nicchio 

23 settembre 1692: Oca

Pubblicato il 2 luglio 2017

  • Condividi questo articolo:
  • j
Torna su