Pandemia e farmaci: vendite online a +77% e l'Assoram organizza un webinar per discutere di e-commerce

Spostamenti limitati, paura di essere contagiati e difficoltà nel reperire alcuni prodotti in tempi rapidi hanno spinto molti utenti a prediligere la via del WEB per l’acquisto di medicinali e altri prodotti farmaceutici

 PANDEMIA E FARMACI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Le vendite tramite portali specializzati sono aumentate vertiginosamente, raggiungendo un +77% nel periodo compreso tra gennaio 2020 e lo stesso mese del 2021. Tali sviluppi hanno spinto l’Assoram a organizzare un webinar dedicato, per discutere del ruolo rivestito dalle farmacie digitali in questo periodo di emergenza sanitaria.

Parlare degli e-commerce è utile per comprendere quali siano stati gli impatti sul settore “health” e quali possano essere le opportunità in futuro, si tratta di un’occasione di crescita e confronto su un tema estremamente importante per la filiera. La pensa così anche Pierluigi Petrone, presidente Assoram, che ha fatto notare come la pandemia abbia dato un “forte impulso” al modello di vendita online. D’altronde, è innegabile che le farmacie fisiche abbiano registrato nell’anno 2020 un calo di una certa importanza relativo alle vendite, pari al 2% del fatturato, in un mercato che in Italia sfiora ogni anno i 25 milioni di euro. Lo stesso Sergio Liberatore, MD di Iqvia, afferma di non aver mai assistito a un fenomeno del genere, con un settore farmaceutico in calo sia nelle vendite al dettaglio che in quelle agli ospedali, e comunica che i primi mesi del 2021 hanno mostrato lo stesso identico trend.

Normative e analisi degli e-commerce

Al webinar si è parlato anche di legislazione e Roberto Cursano, dello Studio Baker & Mckenzie, ha voluto illustrare quali siano i punti cardine tra le norme che vanno a regolamentare la vendita tramite portali e-commerce. Tra questi, ad esempio, si è parlato del divieto di vendita online relativo ai medicinali con obbligo di ricetta medica, valido in Italia ma non in altri Paesi dell’Unione Europea. È consentito, invece, l’acquisto tramite canali digitali dei farmaci senza obbligo di prescrizione (SOP), così come di quelli da banco (OTC).

L’argomento e-commerce è stato trattato dal Professor Simone Guercini, ordinario presso l’Università di Firenze, spiegando come questo specifico canale consenta agli utenti di acquistare tramite il WEB, ma che il pagamento e la consegna possano essere effettuati, in alternativa, presso un punto vendita fisico. In questo discorso è intervenuta anche Vanessa del Gaudio, professionista dell’area legale Assoram, affermando come l’e-commerce somigli, seppure con norme e definizioni differenti, ai servizi di consegna a domicilio.

Codici sconto: il motore della ripartenza

Tra i fattori che hanno contribuito all’incremento degli acquisti online ci sono sicuramente i buoni sconto, dei particolari strumenti di risparmio che ormai stanno spopolando sul WEB e che vengono utilizzati dagli utenti per comprare qualsiasi tipologia di prodotto. Non fanno, quindi, eccezione i medicinali e gli articoli affini, tantissimi sono infatti gli internauti che hanno approfittato delle promozioni disponibili sul portale Farmacia Igea per concludere degli ottimi affari navigando tra le categorie dedicate a omeopatia, integratori, ortopedia, diete e cura del corpo.

Utilizzare un Codice Sconto Farmacia Igea, d’altronde, è un’operazione abbastanza intuitiva, che ha inizio con l’inserimento dei vari articoli all’interno della shopping bag virtuale. Fatto ciò, è necessario raggiungere la schermata di riepilogo ordine, cliccando sull’icona a forma di carrello o sul pulsante dedicato “Vai al carrello”. La pagina mostrata contiene la lista dei prodotti e una serie di altre informazioni, oltre al riquadro “Hai un buono sconto?”. Questa sezione è formata da una casella di testo, indicata dalla dicitura “Inserisci qui il tuo buono sconto” e dal tasto “+Aggiungi”, sul quale bisogna fare clic dopo aver digitato o incollato il codice nel carrello, al fine di attivare lo specifico vantaggio. Non si può sbagliare insomma! L’ultimo step prevede un semplice “clic” sul pulsante “Procedi con l’ordine”, in modo da raggiungere la sezione dedicata ai pagamenti e da portare a termine l’acquisto.

Potrebbe interessarti anche: Cartucce Epson: meglio scegliere l'originale o il compatibile?

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 3 agosto 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su