Partiti i lavori a Staggia per il nuovo fontanello di acqua. Attivazione prevista per il prossimo marzo

«Se pur con qualche mese di ritardo legato a motivi burocratici non dipendenti dall'amministrazione e dal gestore - dice il Sindaco David Bussagli - siamo riusciti a soddisfare questa legittima esigenza che la comunità di Staggia ci aveva più volte rappresentato. Uno dei tanti progetti utili a valorizzare una risorsa fondamentale e a concorrere alla promozione di politiche ambientali avanzate con la riduzione dei rifiuti e la sensibilizzazione verso i cittadini di un uso consapevole dell'acqua»

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Sono iniziati nella mattina di lunedì 19 febbraio, con l'installazione del cantiere, i lavori per la realizzazione del nuovo fontanello di "Acqua ad Alta Qualità" in via Prato a Staggia Senese. L'impianto, progettato e costruito dal gestore idrico Acque SpA, al pari dell'altro già presente sul territorio comunale (in via Aldo Moro, nei pressi della scuola media Leonardo Da Vinci), erogherà gratuitamente acqua da bere della rete idrica, resa più gradevole dal punto di vista organolettico da un sistema di filtraggio e disinfezione che elimina il cloro senza modificarne le caratteristiche chimico-fisiche. Il nuovo fontanello comporta un investimento di Acque SpA di circa 50 mila euro. Salvo imprevisti, secondo il crono-programma l'impianto potrà essere attivato entro il prossimo marzo.

«Se pur con qualche mese di ritardo legato a motivi burocratici non dipendenti dall'amministrazione e dal gestore - dice il Sindaco David Bussagli - siamo riusciti a soddisfare questa legittima esigenza che la comunità di Staggia ci aveva più volte rappresentato. Uno dei tanti progetti utili a valorizzare una risorsa fondamentale e a concorrere alla promozione di politiche ambientali avanzate con la riduzione dei rifiuti e la sensibilizzazione verso i cittadini di un uso consapevole dell'acqua».

Il progetto "Acqua ad Alta Qualità", portato avanti da Acque SpA in collaborazione con le amministrazioni comunali del territorio gestito, ha lo scopo di offrire opportunità di risparmio economico alle famiglie, concorrere alla riduzione di rifiuti, sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza della risorsa idrica e avvicinare la popolazione al consumo domestico dell'acqua di rubinetto; un'acqua di buona qualità, sicura, super-controllata e a chilometro zero, poiché proviene dal territorio in cui viviamo.

Nel Basso Valdarno sono attivi 55 fontanelli. Ciascuno di essi in media ogni anno distribuisce gratuitamente 860mila litri di acqua ad alta qualità, per un contro-valore economico in acqua in bottiglia di circa 180mila euro. Notevole è anche l'impatto ambientale quantificabile in quasi 23 tonnellate di plastica in meno e a oltre 57 tonnellate di anidride carbonica equivalenti non emesse in ambiente.

Gli impianti riscuotono un grande apprezzamento da parte dell'opinione pubblica e hanno contribuito a una preziosa sensibilizzazione sul corretto uso della risorsa idrica.

Pubblicato il 20 febbraio 2019

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su