Piazza Arnolfo torna a vivere e ad essere il cuore sociale di Colle di Val d'Elsa. Riaperta nei giorni scorsi tutta la piazza

Piazza Arnolfo torna a vivere e ad essere il cuore sociale di Colle di Val d'Elsa. Nei giorni scorsi, infatti, è stata riaperta tutta la piazza, dopo il completamento della pavimentazione della parte centrale e della metà su cui si affaccia la vecchia stazione ferroviaria. Nei prossimi giorni tornerà anche il traffico nella parte centrale

Commenti 12
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Piazza Arnolfo torna a vivere e ad essere il cuore sociale di Colle di Val d'Elsa. Nei giorni scorsi, infatti, è stata riaperta tutta la piazza, dopo il completamento della pavimentazione della parte centrale e della metà su cui si affaccia la vecchia stazione ferroviaria. Nei prossimi giorni tornerà anche il traffico nella parte centrale, con senso unico a salire in direzione di Via Roma, mentre nelle prossime settimane saranno completati il restauro del monumento e il l'allestimento della fontana, elementi centrali nelle due parti della piazza.

Il progetto di riqualificazione di Piazza Arnolfo è stato curato dall'architetto francese Jean Nouvel che ha coinvolto quattro artisti per la cura dei particolari: Lewis Baltz, ha lavorato sulla riscoperta e sulla valorizzazione della Gora; Daniel Buren si è occupato della pavimentazione. Rimangono da completare gli aspetti curati da Bertrand Lavier, per l'arredo urbano e i portici, e da Alessandra Tesi, per l'illuminazione e le volte.

L'intervento su Piazza Arnolfo è significativo per la città anche sotto il profilo della partecipazione. La definizione del progetto definitivo, infatti, è frutto di un percorso di coinvolgimento che ha visto protagonisti le scuole, gli operatori e molti cittadini, dando loro l'opportunità di proporre la centralità di temi come l'acqua, il verde, l'arredo urbano e la valorizzazione di Piazza Arnolfo come cuore sociale di Colle di Val d'Elsa. Queste riflessioni sono state sottoposte all'attenzione di Jean Nouvel e degli artisti coinvolti, che hanno rivisto il progetto originale inserendo le proposte pervenute. Oggi, grazie a questo percorso, la Piazza conta su una maggiore valorizzazione di elementi come acqua e verde.

La nuova Piazza Arnolfo si presenta divisa in tre parti. Il lato adiacente via Mazzini, interessato dalla prima fase dei lavori, è pavimentato a riquadri con l'uso di marmo bianco e nero alternato e l'utilizzo di pietra di Santa Fiora. Al suo centro ospita il monumento ai caduti, spostato nei mesi scorsi dal centro della piazza. Il lato della vecchia stazione, invece, conta su una pavimentazione radiale, con lo stesso sistema usato per l'altro lato, e ospita al centro una fontana. La parte centrale, invece, è stata pavimentata con pietra serena ed è delimitata da una serie di colonnini, di forma rotonda sul lato della vecchia stazione e di forma quadrata sull'altro lato.






Pubblicato il 3 giugno 2009

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Commenti

  1. Avatar
    Sandro 26/10/2014

    Una città fantasma
    Ieri ero a Colle Val d'Elsa, cittadina dilaniata dalla crisi. Colle "bassa", oggetto dell'intervento di Daniel Buren, è una città fantasma; le vere istallazioni sono i cartelli "affittasi" e "vendesi" che costellano ogni superficie delle attività commerciali chiuse, che sono in rapporto 10:1 con quelle aperte. Nella piazza deserta, di sabato pomeriggio, solo un bambino in bici pedalava intorno la fontana (che sembra davvero un'alzatina per il cocco). Gli interventi di Buren sembrano un'amara presa in giro rispetto a tutti i cittadini. Il gioco del bianco e nero evoca solo le strisce pedonali, ed in metà della piazza le vecchie ripartizioni dei parcheggi. Una tragedia: artistica, architettonica, urbanistica, sociale.

  2. Avatar
    Sara 09/06/2009

    Ridiamo la piazza ai colligiani
    E' stato fatto un bel lavoro, la piazza è veramente bella e finalmente le attività commerciali che vi si affacciano potranno tornare a respirare. Ma la scommessa più grande sarà quella di ridare Piazza Arnolfo ai colligiani, sempre che interessi loro riprendersela. Colle per i colligiani doc è diventata solo una città dormitorio. Non esiste vita sociale, non esiste aggregazione se non da parte degli extracomuntari, con tutto il rispetto per quelli regolari, onesti e lavoratori che il pomeriggio, come tutti, hanno diritto a passeggiare dove gli pare. Per fare veramente bella la piazza, come tutto Colle in generale, basterebbero solo un grande spirito di iniziativa e un briciolo di campanilismo, non l'atteggiamento del colligiano - tipo che è buono solo a lamentarsi e a non muovere nemmeno una foglia. Ma nessuno si ricorda come circa venti anni fa Via Garibaldi e Piazza Arnolfo fossero piena di negozi e di gioventù a passeggio? Adesso è un mortorio completo, i negozi sono tutti spariti, i pochi che ci sono sono cari, si vedono solo un sacco di fondi sfitti e in degrado. E poi ci si lamenta se la gente va a Poggibonsi in Via Maestra......

  3. Avatar
    Paolo 07/06/2009

    Potere ai cittadini
    Anche ad Empoli la stessa cosa, dovrebbero essere i cittadini a decidere quale progetto per la loro piazza. Mi spiego meglio, il comune filtra 5 progetti che poi dovranno essere votati dai cittadini, il progetto con più voti si realizza. Ad Empoli ci siamo ritrovati p.zza della Vittoria, costata un botto di soldi e che non piace a nessuno, con una fontana che sembra una piscina olimpionica ecc ecc.

  4. Avatar
    paolo il caldo 05/06/2009

    ferimenti
    oltretutto in una settimana ci s'è già fatta male un sacco di gente col marciapiede invisibile della piazza ma Jean Nouvel sta per Genio Novel?

  5. Avatar
    Checco da Colle 04/06/2009

    Complimenti
    Complimenti COMPAGNI!!!! Fine settimana le elezioni (dopo quanti anni??? non mi ricordo che sono iniziati i lavori) e la piazza riapre; ma la fontana quando la mettete in funzione tra quattro anni?? Complimenti miei concittadini continuate a votare così tanto oramai siamo diventati la peggio città della toscana.

  6. Avatar
    Filippo 04/06/2009

    x checco
    Ma come non sei contento della gestione della nostra città?? Come fai a lamentarti?? La piazza è stata finita in tempo record :) (e poco importa se sela godranno gli extracomunitari per lo più clandestini), la viabilità è stata studiata in modo tale da riunire i colligiani (anche se in coda con le loro auto per lo meno si vedono), la moschea ..... (vabbè lasciamo perdere), i degrado delle strade , le continue risse che finiscono spesso con accoltellamenti, i furti e chi più ne ha più ne metta!! Cosa vuoi in più dalla vita???

  7. Avatar
    checco da colle 04/06/2009

    :((((
    Caro Filippo.. non ci resta che piangere..

  8. Avatar
    HbK 03/06/2009

    sempre gli stessi commenti
    Paolo non ti smentisci... erano i giorni di ponte con un tempaccio allucinante! Ma che ti pagano a te?? una volta obiettivo mai? Può piacere o no ma adesso la piazza è vivibile, sicuramente un primo passo... te e tanti come te sempre con il si stava meglio quando si stava peggio! sembri la mi nonna!

  9. Avatar
    paolo il caldo 03/06/2009

    vita in piazza
    le tre foto...scattate in pieno giorno....sono indicative di quanti colligiani frequentano la piazza......

  10. Avatar
    cennino cennini 03/06/2009

    mah
    la via dove possono passare le auto è troppo larga e quindi ci saranno fisse le auto parcheggiate con le quattro frecce,quegli orrendi teli alla stazione vorrei poi sapere quando verranno tolti.

  11. Avatar
    paolo il caldo 03/06/2009

    per hbk
    sembrerò la tu nonna ma la piazza l'ho frequentata più di te e pochi colligiani come ora in piazza non c'erano mai stati e se alzi gli occhi vedi anche lo stato d'abbandono in cui versa l'edificio sopra al bar garibaldi oltre alla stazione,ma va tutto bene come dice il partito..........(non voto berlusconi precisazione)

  12. Avatar
    Filippo 03/06/2009

    Passaporto
    In piazza Arnolfo che sia bel tempo che sia tempo brutto non cambia nulla, l'unica cosa che ti serve è il passaporto!!!!

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su