Diba '70 shop San Gimignano

Picchiano e maltrattano le conviventi: il Questore di Siena ammonisce due uomini

Sono stati adottati negli ultimi giorni e notificati a due uomini, entrambi italiani, uno di 36 e 53 anni, residenti in provincia di Siena, rispettivamente in Val d'Orcia e in Valdichiana

 PROVINCIA DI SIENA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Sono 11 i provvedimenti di ammonimento emessi dal Questore della Provincia di Siena dall’inizio dell’anno, tutti nei confronti di destinatari di denunce per maltrattamenti in famiglia verso le compagne o mogli conviventi.

Di questi, 2 sono stati disposti su richiesta di parte, mentre gli altri 9 sono stati adottati d’ufficio a seguito di condotte che hanno evidenziato comportamenti “maltrattanti” che configurano ipotesi di reato.

I più recenti ammonimenti sono stati adottati negli ultimi giorni e notificati a due uomini, entrambi italiani, uno di 36 e 53 anni, residenti nella nostra provincia, rispettivamente in Val d’Orcia e in Valdichiana.

Entrambi sono stati ammoniti a tenere una condotta conforme alla legge, dopo l’intervento delle Forze di polizia e conseguente segnalazione per “maltrattamenti in famiglia”, condotte concretizzatesi in percosse e lesioni nei confronti delle vittime, a seguito di liti nate anche per futili motivi.

Determinante per l’emissione del provvedimento l’analisi dei loro comportamenti e della loro condotta abituale, effettuata dai poliziotti della Divisione Anticrimine della Questura.

In entrambi i casi è, infatti, emerso che avevano pregiudizi di polizia a carico, circostanza che ha contribuito ulteriormente alla valutazione dell’emissione del provvedimento.

L’ammonimento del Questore è una misura di prevenzione che nasce proprio con lo scopo di garantire alla vittima di atti persecutori, violenza domestica, cyberbullismo e altro, una tutela rapida ed anticipata rispetto alla definizione del procedimento penale.
In pratica è l’avvertimento che il Questore rivolge alla persona, di astenersi dal commettere ulteriori atti di molestia o violenza.

In particolare, nei casi di violenza domestica può essere richiesto con istanza della vittima o adottato d’ iniziativa dal Questore.

Non è un procedimento penale, ed è sufficiente contattare un ufficio di polizia ed esporre i fatti, nel modo più dettagliato possibile, raccontando tutti gli episodi di cui si è stati vittima: lesioni, percosse, ecc... Non è necessaria la presenza di un avvocato.

Le informazioni fornite dalla vittima vengono valutate in breve tempo e la persona nei cui confronti è stato chiesto l'ammonimento, o anche in caso di mancata richiesta quando si procede d’ufficio, verrà invitata a tenere una condotta conforme alla legge.

I vantaggi dell'ammonimento sono quindi, innanzitutto l’anonimato e la tempestività nell'ammonire l'autore.

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Sorpresa a rovistare nella borsa di un medico all'ospedale di Siena, denunciata 63enne per furto aggravato

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 25 agosto 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su