Più sicurezza sulla 429, al via la gara per nove percorsi pedonali protetti nelle frazioni

«La Regione Toscana ha avuto alcuni ritardi nell'erogare il finanziamento, noi eravamo pronti a partire da tempo - spiega il vicesindaco di Empoli Franco Mori -. Era una promessa fatta ai cittadini che volevamo mantenere e finalmente ci siamo. Non potevamo però andare a gara senza avere la certezza di ricevere il contributo dalla Regione Toscana. Ora siamo pronti a partire per la messa in sicurezza delle nostre frazioni valdelsane»

  • Condividi questo articolo:
  • j

Nove percorsi pedonali protetti lungo la strada regionale 429 nei centri abitati di Ponte a Elsa, Brusciana, Molin Nuovo e Fontanella/Sant'Andrea. E' questo il progetto che finalmente il Comune di Empoli può mandare a gara. Da mesi l'ufficio tecnico lo aveva elaborato, per un costo di 250.000 euro ottenendo il finanziamento della Regione Toscana per 200mila euro. 

«La Regione Toscana ha avuto alcuni ritardi nell'erogare il finanziamento, noi eravamo pronti a partire da tempo - spiega il vicesindaco di Empoli Franco Mori -. Era una promessa fatta ai cittadini che volevamo mantenere e finalmente ci siamo. Non potevamo però andare a gara senza avere la certezza di ricevere il contributo dalla Regione Toscana. Ora siamo pronti a partire per la messa in sicurezza delle nostre frazioni valdelsane». 

Si inizierà a breve, entro novembre, con la manifestazione di interesse delle ditte che vogliono partecipare alla gara. L'iter amministrativo obbligatorio prevede entro gennaio l'aggiudicazione provvisoria dei lavori alla ditta vincitrice della gara, quindi entro la primavera l'inizio dei lavori la cui conclusione è prevista entro la fine dell'estate 2016. 

Obiettivo - L'obiettivo è molto chiaro: aumentare la sicurezza dei pedoni lungo i centri abitati. La strada 429 è una delle vie di comunicazione più importanti dell'area e fa registrare al momento una notevole presenza di traffico pesante e comunque il passaggio continuo di veicoli e mezzi è un fattore di rischio per residenti e per gli utenti cosiddetti ‘deboli' della SR. In alcuni tratti i pedoni sono costretti a percorrere tragitti a margine della corsia di marcia, talvolta in spazi ristretti e con fondi sconnessi e a volte anche mal illuminati.

Progetto - Il progetto del Comune prevede di sfruttare le aree a margine della carreggiata di pertinenza stradale, oggi deteriorate, per realizzare percorsi protetti con parapedonali, di fatto un marciapiede a raso riparato.

Il vicesindaco Franco Mori ha aggiunto: «Il finanziamento regionale può interessare solo i tratti all'interno dei centri abitati: la realizzazione dei percorsi pedonali protetti manterrà comunque la carreggiata a 7 metri di larghezza come richiesto per le strade extraurbane». Poi con la realizzazione della nuova 429 «dovremo ripensare il vecchio tracciato come una strada urbana, si trasformerà diciamo in strada di paese. Questi che metteremo in atto nei prossimi mesi sono interventi propedeutici proprio a questa trasformazione. Sarà una strada con una notevole diminuzione di traffico».

Percorsi - Nella frazione di Ponte a Elsa sono previsti due camminamenti pedonali protetti da entrambi i lati dall'intersezione dell'Osteria Bianca a via 25 Aprile: sarà ricavato nella sede della banchina stradale mediante l'eliminazione delle ceppaie di alberi già abbattuti, allargando la strada e posizionando un numero di barriere in grado di proteggere il percorso.

Nella frazione di Brusciana sono due i tratti protetti previsti come collegamento tra le abitazioni e i marciapiedi già esistenti: dal passaggio a livello verso Ponte a Elsa su ambo i lati. A Molin Nuovo sarà creato un tratto pedonale protetto sul lato delle abitazioni (lato sinistro viaggiando verso Siena). A Sant'Andrea/Fontanella sono quattro i collegamenti: dal nucleo abitativo di via del Donatore alla scuola elementare, dalla scuola elementare fino al marciapiede esistente, dal circolo di Fontanella al passaggio a livello ex zuccherificio, dal passaggio a livello alla stazione ferroviaria di Granaiolo. Prevista anche la sistemazione di una cunetta di fronte al parcheggio del circolo di Sant'Andrea.

Pubblicato il 23 novembre 2015

  • Condividi questo articolo:
  • j
Torna su