Diba '70 shop San Gimignano

Poggibonsi, De Santi apre alla maggioranza

Sulla Lega: 'Totalmente inconciliabili su principi e valori'

 POGGIBONSI
  • Condividi questo articolo:
  • j

All'indomani del risultato delle regionali abbiamo intervistato Simone De Santi, capogruppo in Consiglio Comunale per la lista civica Insieme.

Innanzitutto il tema delle elezioni regionali. Un commento

"Ha vinto la competenza e la stabilità, Giani ha fatto una campagna elettorale con i toni giusti, affrontando temi concreti come quelli del lavoro, non ha mai attaccato l’avversario, fornendo un’immagine rassicurante da uomo di governo e delle istituzioni con una grande attenzione per i territori, non a caso il suo primo atto da Presidente è stato venire in Val d’Elsa per occuparsi di un’azienda in crisi, un gesto apprezzato da tutti. Ha perso l’arroganza. Il messaggio liberiamo la Toscana era un messaggio sbagliato, la Toscana si è liberata da sola 75 anni fa grazie a coloro che hanno dato la vita per la libertà. Nelle nostre comunità è radicato lo spirito democratico, si può essere forza di governo solo se si rispetta quel valore e se ci si occupa di temi concreti. Lo scontro ideologico è sbagliato".

Allo stato attuale che tipo di rapporto c'è con le forze politiche di maggioranza in Consiglio Comunale?

"Nel periodo peggiore del covid abbiamo avviato un confronto costruttivo su temi concreti, dall’ambiente allo sviluppo economico, dobbiamo fare i conti con una situazione diversa rispetto a quella che vivevamo in campagna elettorale appena un anno fa, e sarebbe da irresponsabili fare finta di niente. Noi ci siamo candidati dicendo che il nostro unico scopo e fare del bene alla Città e per realizzare questo un dialogo positivo senza preconcetti è l’unica strada percorribile".

E con l'opposizione leghista?

"Cordiali dal punto vista umano. Dal punto di vista politico la loro idea di Città è molto distante dalla nostra e non solo dal punto di vista delle scelte amministrative ma anche dal punto di vista della lettura sociale di una comunità. Noi crediamo nei principi della democrazia, della tolleranza, dell’inclusione, e rifiutiamo la visione di una Poggibonsi dove si deve convivere con l’odio. Su alcuni temi concreti, forse in futuro, potremmo anche trovarci d’accordo ma sui principi e i valori siamo inconciliabili".

Questo porterà ad una nuova definizione delle forze civiche?

"Arriva sempre il momento di fare delle scelte, non siamo più in campagna elettorale e in un anno il mondo è cambiato. Sarebbe stupido ripetere vecchi schemi che non esistono più. Dei punti fermi ci devono essere, noi staremo stabilmente con chi si riconosce in una visione pragmatica e concreta della Città e con chi crede nei valori della democrazia, del lavoro, dell’ambientalismo, della tolleranza e dell’inclusione. Partendo dall’esperienza di questi anni costruiremo un nuovo progetto Civico aperto e inclusivo, spalancando le porte alla partecipazione. Ci saranno amici che vanno e molti altri nuovi che vengono, chi ha una visione positiva della nostra straordinaria comunità e vuol dare una mano è ben accetto, chi vuole utilizzare ogni pretesto per fare polemica contro Poggibonsi no".

Stefano Calvani

Potrebbe interessarti anche: Avanzano i lavori sul raccordo Siena-Firenze a Poggibonsi

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 23 settembre 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su