Poggibonsi, nuovi interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria

«Il percorso prosegue adesso con la messa a punto di una progettualità biennale - dice Becattelli - L'obiettivo è valorizzare il nostro patrimonio arboreo anche generando un ricambio progressivo delle piante a tutela del verde e della sicurezza. Già entro novembre, periodo presumibilmente consono alla messa a dimora di nuove piante, procederemo con la nuova fase di reimpianti». Il progetto di manutenzione biennale, in fase di completamento, sarà oggetto di gara nelle prossime settimane.

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Valorizzazione del verde per l'area di via Mascagni. E' questo uno degli interventi di manutenzione straordinaria previsti nel progetto biennale di manutenzione del patrimonio arboreo della città. «Un progetto frutto di un lungo percorso di ricognizione e di elaborazione e, prima ancora, di censimento del verde - dice il vicesindaco e assessore a lavori pubblici e manutenzioni Silvano Becattelli - Sulla base della relazione del tecnico qualificato stiamo completando il programma di lavori in cui trova spazio anche una manutenzione straordinaria in alcune aree come via Mascagni dove, anche su segnalazione dei cittadini, andremo a riprogettare il verde». In via Mascagni, lungo la ferrovia, saranno inseriti i lecci in sostituzione dei pini presenti cresciuti in eccessiva densità e che riportano problematiche radicali e di architettura della chioma. Verrà realizzata una grande aiuola delimitata da un cordolo all'interno della quale, dopo il riporto di terreno per consentire il livellamento, saranno messi a dimora dei lecci.

Nuova progettazione del verde anche per largo Campidoglio dove nei mesi scorsi gran parte dei pini sono stati abbattuti per motivi di sicurezza. Questa estate infatti in due successive fasi sono state superate in via d'urgenza alcune criticità emerse dai sopralluoghi del tecnico specializzato. Alla base dell'intero programma c'è il censimento effettuato l'anno passato su tutto il patrimonio arboreo presente che supera le 8mila piante. Già in fase di censimento erano emerse alcune situazioni critiche su una percentuale comunque bassa di esemplari, su cui erano state effettuate ulteriori verifiche con interventi conseguenti sia in termini di potature che di abbattimenti e successivi reimpianti in parte già avvenuti e in parte da effettuare in questi mesi. In seguito ai sopralluoghi dell'agronomo, propedeutici alla costruzione del piano biennale, altre informazioni emerse hanno dato il via a ulteriori interventi. «Il percorso prosegue adesso con la messa a punto di una progettualità biennale - dice Becattelli - L'obiettivo è valorizzare il nostro patrimonio arboreo anche generando un ricambio progressivo delle piante a tutela del verde e della sicurezza». Il progetto di manutenzione biennale, in fase di completamento, sarà oggetto di gara nelle prossime settimane. «Già entro novembre, periodo presumibilmente consono alla messa a dimora di nuove piante, procederemo con la nuova fase di reimpianti - chiude Becattelli - che riguarderà esemplari sparsi su tutto il territorio ma anche aree che saranno completamente rinnovate come via Mascagni».

Pubblicato il 8 ottobre 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell’informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su