Poggibonsi, progetto approvato per il parco nell'area ex Sardelli

«Rinasce uno spazio pubblico – dice il Sindaco David Bussagli –. Un'area che sarà rigenerata sulla base di un progetto integrato e armonico rispetto alla progettualità complessiva che riguarda tutta questa parte di città. E quindi piazza Mazzini, l’area a lato destro della stazione e, appunto, l’area Sardelli». Per il momento è stato approvato il primo stralcio che riguarda la parte a verde. Il parco si articolerà in una piazza, un grande prato, un sistema di percorsi

Commenti 1
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Terminata la fase progettuale per il primo stralcio dell'area ex Sardelli dove sorgerà un parco pubblico di quasi un ettaro. «Rinasce uno spazio pubblico – dice il Sindaco David Bussagli –. Un'area che sarà rigenerata sulla base di un progetto integrato e armonico rispetto alla progettualità complessiva che riguarda tutta questa parte di città. E quindi piazza Mazzini, l’area a lato destro della stazione e, appunto, l’area Sardelli». Per il momento è stato approvato il primo stralcio che riguarda la parte a verde. Il parco si articolerà in una piazza, un grande prato, un sistema di percorsi. La linearità delle superfici sarà arricchita della verticalità del verde con cortine di alberi (quarantatre), specie arbustive, erbacee e tappezzanti, che si trovano innestati sul progetto architettonico nella scansione degli spazi destinati ad una varietà di usi, per incontrare le esigenze della popolazione di ogni età. La piazza, di forma trapezoidale e disposta in contiguità con la via, diventerà punto di incontro e attraversamento arricchita dalla vegetazione. Per delimitare la strada carrabile e definire un'ampia passeggiata verso l’interno della piazza sono stati predisposti aceri in aiuole di quattro metri. Dalla piazza stessa, sul confine nord, si estenderà il grande prato, un rettangolo uniforme e continuo, che nella sua semplicità può adattarsi nel tempo alle più diverse esigenze, per accogliere attività o strutture temporanee in occasione di eventi. Il progetto prevede anche la realizzazione dell'impianto di illuminazione pubblica per l'intera area (oggetto di questo primo stralcio) utilizzando tecnologia led.

«Si tratta di un primo stralcio progettuale – dice Bussagli – da integrare successivamente con ulteriori stralci che porteranno alla realizzazione anche di un nuovo tratto viario a margine di via Vallepiatta e che consentirà il collegamento con piazza Mazzini. Una progettualità complessiva che riguarda tutta questa parte di città che sarà collegata con piazza della stazione e quindi con l’area di sosta che realizzeremo nel terreno attualmente di RFI sul lato destro della stessa. Questo spazio sarà letteralmente restituito alla città come nuovo spazio urbano, di incontro e di ricucitura. Un intervento atteso, un'operazione che fa particolarmente piacere perché rappresenta il superamento di una vicenda annosa». 

Sull'area in questione infatti vi sono stati ritardi non dipendenti dalla volontà dell’Amministrazione essendo quello uno spazio privato. Una vicenda che si è sbloccata per quanto riguarda la parte di competenza pubblica. Al termine di un complesso procedimento amministrativo sono state recuperate le risorse provenienti dalla escussione di polizze fideiussorie prestate a garanzia della realizzazione delle opere in questione. Queste risorse sono state quindi registrate in Bilancio e successivamente l’intervento è entrato nel Piano delle Opere Pubbliche. L'iter è proseguito con la progettazione che si è completata. Per l’area Sardelli il primo stralcio progettuale ha un costo di 536mila euro. 

Pubblicato il 27 dicembre 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Commenti

  1. Avatar
    Michele Tronnolone 30/12/2017

    progetto area sardelli
    E' un bel progetto una volta ultimato ,ma gradirei che non si pensi solo a piazze e giardini che sono molto graditi a tutti i cittadini ma di occuparsi anche di dare i servizi di prima necessità come l'acqua pubblica, che ne sono sprovvisti ( es. Località la Strolla ). Gradirei che il nostro comune se ne faccia carico di dare questo servizio! Grazie

Lascia un commento

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
  * Sì, acconsento

Torna su