Poggibonsi verso le Amministrative, i candidati e il programma di David Bussagli

«Si chiude la fase lunga a partecipata di elaborazione programmatica - ha detto Bussagli - Abbiamo iniziato mesi fa una campagna di ascolto, ci sono incontri e c'è stato il lavoro nei tavoli di partecipazione. Ringrazio tutti dell'impegno e della presenza attiva. Abbiamo costruito un programma che è frutto di un lavoro collettivo che porteremo avanti»

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Coesione, inclusione e sostenibilità. Sono queste le parole chiave del programma elettorale di David Bussagli, condiviso da tre liste che sosterranno il candidato sindaco alla prossima tornata elettorale e presentato lo scorso 17 aprile, dell'affollatissimo incontro che si è svolto alla Ginestra. 

«Si chiude la fase lunga a partecipata di elaborazione programmatica - ha detto Bussagli - Abbiamo iniziato mesi fa una campagna di ascolto, ci sono incontri e c'è stato il lavoro nei tavoli di partecipazione. Ringrazio tutti dell'impegno e della presenza attiva. Abbiamo costruito un programma che è frutto di un lavoro collettivo che porteremo avanti». 

Quattro le aree tematiche in cui è articolato il programma, come quattro sono stati i tavoli di lavoro. E quindi "La comunità che protegge" con il complesso di azioni in tema di sanità pubblica, servizi integrati, servizi sociali e socio sanitari, associazioni, che dovranno vedere insieme sistema pubblico, terzo settore, volontariato. Centrali tematiche come il nuovo pronto soccorso all'ospedale, la presa in carico collettiva delle fragilità riscontrate nei minori, il Dopo di noi per la diversa abilità. Si prosegue con "La comunità che crea" e quindi scuola, sostegno alla genitorialità, politiche culturali come leva di crescita, sport che abbatte barriere e che è motore di inclusione. Un complesso di politiche in cui resta confermata la centralità della scuola e della comunità educante ma anche la riflessione su nuovi impianti (in primis la pista di atletica leggera al Roncalli, a cura della Provincia). Quindi "La comunità che lavora" e che rafforza la sua dimensione di città del lavoro, di imprese e di commercio, che attrae risorse, che sviluppa infrastrutture, che si relazione alla Valdelsa. Centrali il rafforzamento dell'idea del distretto con la reciprocità dello scambio fra imprenditori, formazione, scuola, università, ma anche la svolta dell'economica circolare, la qualità del lavoro e degli spazi del lavoro. Quindi "La comunità che progetta" con la molteplicità di interventi relativi alla città pubblica, alla rigenerazione degli spazi, alla città sostenibile. Si proseguirà sulla implementazione degli spazi di relazione e dei servizi pubblici nelle aree di trasformazione, sul recupero del centro guardando questa volta alla zona di viale Garibaldi. Fondamentale andare avanti sulla riqualificazione di are strategiche come quella dell'ex Egizia con la progettualità che sarà possibile attivare. Una sfida importante riguarderà Staggia in cui l'avanzamento della progettazione sulla tangenziale consentirà di aprire una nuova pagina con la valorizzazione del centro storico con nuove funzioni. Centrale una più evoluta politica di sostenibilità ambientale trasversale a tutte le linee di intervento. Fra gli obiettivi c'è quello di lavorare ad un nuovo piano urbano di mobilità sostenibile, l'efficientamento energetico dell'illuminazione, il raggiungimento dell'80% di raccolta differenziata entro 5 anni. 

«Un orizzonte - dice Bussagli - che è quello della inclusione e della maggiore coesione. Un orizzonte sostenibile sotto il profilo ambientale, sociale ed economico Questa la nostra idea di città. Un'idea su cui si ritrovate tante persone, anche provenienti da mondi diversi, che hanno contribuito con idee, riflessioni, approfondimenti e che, in certi casi, hanno scelto di assumersi una responsabilità importante per la loro città. Una bella squadra e un sostegno di cui li ringrazio».

Foto di Luciano Guercini

Le tre liste:

Partito Democratico
Ilenia Bruni, Daniela Ceccherini, Giuditta Cipriani, Silvia Lazzeri, Carlotta Lecami, Laura Martelli, Ilaria Pianigiani, Cira Sbriglia, Nicola Becattelli, Andrea Bussagli, Pietro Cambi, Mattia Ciappi Francesco Cibecchini, Papa Diallo Demba, Franco Gallerini, Stefano Nastasi.

Vivacit(t)à
Antonella Bruschettini, Stefania Foderi, Simona Lanfredini, Daniela Masi, Marcella Nattelli, Roberta Olmastroni, Ursula Paoletti, Alessia Signorini, Valentina Tanzini, Giacomo Ambrosio, Mauro Bassi, Roberto Gambassi, Valter Martini, Mauro Morandi, Matteo Romi, Niccolò Valiani.

PoggibonSi Può
Alessia Bonaldi, Anna Borri, Ginevra Ciappi, Beatrice Dei, Elisa Petri, Samanta Ramundo, Lorenzo Biagini, Bruno Borri, Gerald Fort Garcia, Filippo Giomini, Francesco Lezzi, Saverio Maestrini, Diego Mori, Elis Mori, Marco Spannocchi, Tommaso Testi.

Pubblicato il 20 aprile 2019

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell’informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento