Praesepivm: l'edizione 2017 chiude con Re Magi e cammelli veri

Il 6 e il 7 gennaio 2018 sarà ancora possibile lasciarsi travolgere da una straordinaria rappresentazione teatrale all'aria aperta che vede il paese trasformarsi diventando per metà palcoscenico

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Sta per volgere al termine l'edizione 2017/2018 del Presepe Vivente di Casole d'Elsa, quest'anno Praesepivm, cominciata nel giorno di Santo Stefano alla presenza del Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani. Sta per volgere al temine e lo fa "col botto", come si suol dire, con Re Magi e cammelli veri in occasione dell'Epifania.

Senza contare (ciliegina sulla torta) una inedita e mai realizzata prima "via dei profumi", con incensi, candele ed erbe aromatiche. In questo modo lo spettatore potrà anche "annusare" lo spettacolo. Oltre gli odori del cibo fresco, come frutta e pesce, e dei cibi cucinati di continuo, compreso il pane.  

Il 6 e il 7 gennaio 2018 sarà ancora possibile lasciarsi travolgere da una straordinaria rappresentazione teatrale all'aria aperta, dalle ore 15.00 alle 19.00, che vede il paese trasformarsi diventando per metà palcoscenico. L'iniziativa è ideata e realizzata dall'Associazione "CasoleEventi", con il patrocinio di Regione Toscana e Comune di Casole D'Elsa.

Istruzioni per un buon uso di "Praesepivm"
Biglietto di ingresso: intero 11 euro, ridotto soci UniCoop Firenze 10 euro, bambini sotto 6 anni gratis, bambini dai 6 a 12 anni 5 euro.
Sito web: www.casoleventi.it
Numero telefonico per informazioni: 3398596854.
E-mail: casoleventi@libero.it
Prevendita: ufficio turistico Casole d'Elsa uff_turistico@casole.it, telefono 0577948705 (chi acquista in prevendita avrà un accesso preferenziale).
Biglietteria all'ingresso, aperta da mezz'ora prima dell'apertura dei cancelli.
Parcheggi: gratuiti con servizio navetta gratuito (le auto vengono fatte posteggiare a qualche chilometro di distanza dal centro, un bus navetta porterà gli spettatori nei pressi della biglietteria e li riprenderà all'uscita).

Pubblicato il 5 gennaio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su