Lamm Lavorazioni Metalliche

Pramac diventa socio di Fondazione ITS Energia e Ambiente

Ufficializzata l'adesione di una delle aziende leader del settore energetico, che guarda al futuro e scommette su progetti di alta formazione specialistica

 CASOLE D'ELSA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Pramac diventa nuovo socio di Fondazione ITS Energia e Ambiente. L’azienda, punto di riferimento a livello globale nella produzione di generatori e macchinari per la movimentazione di materiali, da sempre attenta al territorio e a rafforzare il suo legame con la comunità locale, entra a far parte della Fondazione, realtà d’eccellenza post diploma sempre più riferimento regionale per la formazione di tecnici altamente qualificati in ambito energetico.

Un passaggio importante che getta le basi per un ampliamento delle opportunità per i giovani del territorio dal punto di vista formativo e occupazionale, nel segno dell’innovazione digitale e delle nuove professionalità tecniche qualificate richieste sempre più dal mercato del lavoro. Pramac, inoltre, fa dell’innovazione la sua principale missione corporate e continua la sua focalizzazione sulla sostenibilità integrando nuove soluzioni ibride e eco-friendly nella sua vasta offerta nel segmento di mercato di gruppi elettrogeni, torri faro ibride e sistemi di accumulo per applicazioni mobili.

Grazie alla presenza in Fondazione, Pramac potrà acquisire un ruolo attivo in tutte le attività, rafforzando ancora di più l’integrazione tra formazione e realtà produttiva, sulla base dei reali bisogni in termini di competenze professionali. Dalla co-progettazione di specifici moduli formativi - sui temi di elettrotecnica, sistemi di accumulo, combustibili alternativi, normative del settore e dimensionamento degli impianti, nozioni di product management con specifico riferimento al processo di lancio di un nuovo prodotto - ad interventi di professionisti interni che potranno tenere corsi, Pramac metterà a disposizione degli studenti le proprie skills tecniche e il know-how aziendale.

Con il coinvolgimento diretto in progetti aziendali come sessioni laboratoriali e tirocini, la partnership acquisirà poi un valore aggiunto in termini di collegamento tra giovani e impresa, offrendo ai diplomati un possibile sbocco occupazionale in una delle aziende partner ITS.

Un’occasione per Pramac che potrà investire in formazione tecnica e tecnologica specializzante e selezionare talenti altamente qualificati in uscita dall’istituto. A dimostrazione del suo costante impegno nell’assunzione di giovani, nel 2021, delle oltre trenta assunzioni totali in Pramac, il 38% sono state di giovani under 30. Pramac ha tuttora 10 posizioni aperte nei vari uffici tra cui ingegneria, product management, area commerciale per la sede italiana oltre alla possibilità di inviare nelle sue numerosi filiali all’estero i giovani talenti migliori con un programma di 2 anni prima di farli tornare nella sede di Casole d’Elsa.

“Tra i valori più importanti che abbiamo in Pramac e che continuiamo a trasmettere, c’è la costante ricerca per l’innovazione, per questo è fondamentale l’assunzione di giovani talenti che possano dare all’Azienda un punto di vista nuovo e fresco, in un mondo che è in continua evoluzione; allo stesso tempo crediamo nella valorizzazione della nostra comunità e del territorio perché fanno parte della nostra storia e di quello che siamo: proprio da questo connubio nasce la sinergia con ITS”, afferma Paolo Campinoti, Ceo di Pramac.

“L’ingresso di Pramac, una delle più importanti realtà imprenditoriali del territorio, come socia in Fondazione, rappresenta un’ulteriore conferma della validità e dell’efficacia del modello formativo ITS come strumento a supporto delle aziende, in vista delle future sfide legate alla transizione digitale ed economica che coinvolgeranno il sistema produttivo”, afferma Francesco Macrì, Presidente di Fondazione ITS Energia e Ambiente.

Un valore aggiunto per l’alta formazione tecnica dei nostri studenti che si potrà tradurre in opportunità di lavoro qualificate, ma al contempo un vantaggio competitivo per l’azienda che avrà la possibilità di attingere ad un bacino di professionalità già pronte per il mondo del lavoro e che avrà contribuito a formare durante il percorso biennale.

Potrebbe interessarti anche: Sono 1.001 i nuovi nati all'ospedale di Siena nel 2021 

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 17 gennaio 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su