Premio Boccaccio 2019: grande attesa per i vincitori Guarnieri, Aciman e Stefanelli

Il prestigioso riconoscimento viene assegnato ogni anno alle migliori eccellenze della letteratura italiana, della narrativa straniera e del giornalismo

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Comincia domani la XXXVIII edizione del Premio Letterario Giovanni Boccaccio con due giorni di iniziative per festeggiare i vincitori Luigi GuarnieriAndrè Aciman e Barbara Stefanelli

Il primo appuntamento sarà domani, venerdì 13 settembre, alle ore 21.00,  al Cinema Teatro Boccaccio di Certaldo, con la proiezione del film Chiamami col tuo nome diretto nel 2017 da Luca Guadagnino e tratto dall’omomimo romanzo di Aciman. Per questo film il regista e sceneggiatore James Ivory ha vinto il Premio Oscar alla migliore sceneggiatura non originale nel 2018. Introdurrà il film Walter Fasano, che ne ha curato il montaggio e che da anni collabora con Guadagnino, e il critico cinematografico Giuseppe Rizza. È il terzo e ultimo film della "trilogia del desiderio" di Guadagnino, dopo Io sono l’amore (2009) e A Bigger Splash (2015).  Ambientato nel Nord Italia nel 1983, il film racconta la storia d'amore tra Elio (Timothée Chalamet), un diciassettenne residente in Italia, e lo studente americano Oliver (Armie Hammer). Fanno parte del cast anche Michael Stuhlbarg, Amira Casar, Esther Garrel e Victoire Du Bois.

Sabato 14 settembre, alle 10.30, nel parterre di Palazzo Pretorio, sempre a Certaldo, si terrà  l’incontro “Un filo rosso che parte da Boccaccio e arriva sino a Foscolo e Leopardi”, al quale interverranno il vincitore del premio per la narrativa italiana Luigi Guarnieri, il poeta Davide Rondoni e la scrittrice e membro della giuria Marta Morazzoni. All’incontro, moderato dalla giornalista Maria Antonietta Cruciata, sono stati invitati gli studenti che hanno partecipato alla settima edizione del concorso letterario nazionale “Boccaccio Giovani” (dedicata per l’anno scolastico 2018-2019 a “Il potere della musica nel descrivere la vita, da Giovanni Boccaccio a voi”), la cui cerimonia di premiazione è in programma sabato 12 ottobre 2019, alle 10.30, nel salone dei Cinquecento, in Palazzo Vecchio a Firenze, e che avrà come ospite d’onore e testimonial Mogol, autore, scrittore, fondatore del Centro Europeo di Toscolano, Scuola per i giovani autori, compositori, arrangiatori.

Nel pomeriggio - sempre di sabato 14 settembre - alle 16.30, al Teatro Boccaccio di Certaldo, con il patrocinio del Consiglio Regionale della Toscana e del Comune di Certaldo, si terrà la cerimonia di premiazione della 38esima edizione del Premio Boccaccio 2019, alla presenza della giuria (presieduta da Sergio Zavoli e rappresentata da Agnese Pini, Paolo Ermini, Stefano Folli, Antonella Cilento, Marta Morazzoni e Luigi Testaferrata). La conduzione dell’evento sarà affidata come lo scorso anno alla giornalista Rai Adriana Pannitteri. L’attrice Lucia Poli interpreterà alcuni brani delle opere dei vincitori. Accompagnamento musicale di Marco Turriziani (chitarra), Mauro De Vita (fagotto), Salvatore Zambataro (clarinetto/fisarmonica).

Per partecipare alla cerimonia di premiazione occorre prenotarsi inviando un’email all’indirizzo di posta elettronica segreteriapremioboccaccio@gmail.com oppure andando sul  sito internet www.premioletterarioboccaccio.it.

La due giorni del Premio Boccaccio, promosse e organizzate dall’Associazione letteraria Giovanni Boccaccio presieduta da Simona Dei, è resa possibile grazie alla collaborazione e alla disponibilità del Comune di Certaldo, agli sponsor (Banca Cambiano 1884 spa, Banca Intesa, Medionalum, UBI Banca Firenze, Confindustria Firenze, Rotary Club Valdelsa-Distretto 2071), e ai numerosi Amici del Boccaccio, fedeli sostenitori del Premio.

Pubblicato il 12 settembre 2019

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su