Problemi con la bollettizzazione del servizio mensa a Colle, l'Amministrazione fa chiarezza

«La società CKC Group ha chiarito che i malfunzionamenti evidenziati erano dovuti alla circostanza per cui recentemente Nexive ha sospeso il servizio di consegna nel territorio del nostro Comune; l’affidatario si è trovato, pertanto, a dover riorganizzare il servizio effettuando la consegna tramite Poste Italiane fino al termine del periodo di affidamento. Per tale motivazione è possibile che alcune famiglie abbiano ricevuto i bollettini successivamente alla scadenza indicata»

 COLLE DI VAL D'ELSA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Bollettini per la mensa scolastica arrivati tutti insieme, bel oltre la data di scadenza. E' questo il problema che ha costretto le famiglie di Colle di Val d'Elsa a pagare grosse cifre in un'unica soluzione, generando una discussione molto accesa tra i genitori sui social. L'amministrazione comunale ha inviato un comunicato stampa col quale spiega l'accaduto.

«Dal 1 agosto 2016 il servizio di bollettazione mensa scolastica è gestito dal Comune di Colle di Val d’Elsa e non più dall’Azienda Speciale Multiservizi del Comune di Colle di Val d’Elsa - spiega la responsabile Area 2 pubblica istruzione, la dott.ssa Elena Tozzi -. La fatturazione è mensile, con l’unica eccezione per la mensilità di settembre che, essendo parziale, viene accorpata a quella di ottobre. La bollettazione avviene a consuntivo, cioè sulla base del numero di pasti effettivamente consumati da ciascun bambino/studente, che ci vengono mensilmente comunicati dalle varie scuole. Per tale motivazione, le fasi di elaborazione, stampa, invio e consegna dei bollettini richiedono tempi di lavorazione tali per cui la scadenza degli stessi è posticipata rispetto al mese di riferimento (ad esempio il bollettino relativo ai pasti del mese di novembre 2018 aveva scadenza al 31/01/2019)». 

«Nell’anno scolastico 2018/2019 in nessun caso sono stati inviati bollettini aventi scadenza nel medesimo mese - si legge nella nota -. Il servizio di stampa, imbustamento e postalizzazione degli avvisi di pagamento TARI, asilo nido, trasporto scolastico, mensa scolastica e lampade votive è stato affidato, mediante procedure ad evidenza pubblica, alla società CKC Group Srl per il triennio 2017/2019. La società di cui sopra, a seguito di accordo quadro, si avvale di Nexive per la consegna dei bollettini. Negli ultimi mesi l’ufficio istruzione ha ricevuto numerose segnalazioni relativamente a malfunzionamenti del servizio di postalizzazione e consegna dei bollettini relativamente ai servizi mensa scolastica, trasporto ed asilo nido. A fronte di ciò, il servizio istruzione si è immediatamente attivato segnalando formalmente quanto sopra alla società CKC Group Srl e chiedendo chiarimenti in merito». 

«La società CKC Group ha chiarito che i malfunzionamenti evidenziati erano dovuti alla circostanza per cui recentemente Nexive ha sospeso il servizio di consegna nel territorio del nostro Comune; l’affidatario si è trovato, pertanto, a dover riorganizzare il servizio effettuando la consegna tramite Poste Italiane fino al termine del periodo di affidamento. Per tale motivazione è possibile che alcune famiglie abbiano ricevuto i bollettini successivamente alla scadenza indicata oppure abbiano ricevuto simultaneamente bollettini relativi a mensilità diverse, benché questo servizio effettui sempre invii mensili. Auspichiamo - conclude la dott.ssa Tozzi - che, a seguito dell’espletamento del servizio di consegna tramite Poste Italiane, non si verifichino ulteriori ritardi o disservizi. Si tiene, in ogni modo, a precisare che in caso di ritardi nei pagamenti dovuti alle motivazioni sopra evidenziate non viene applicata agli utenti nessuna sanzione o interessi di mora, né tanto meno ci sono ripercussioni sull’erogazione del servizio a favore dei bambini». 

Pubblicato il 28 agosto 2019

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su