Progetto da oltre 3 milioni per lo stadio di Certaldo

«Lo sport è molto importante per Certaldo e per i certaldesi che in centinaia, di tutte le età, frequentano le società sportive e svolgono regolarmente attività sportiva ogni settimana. Per questo la Giunta Comunale - spiega il sindaco Giacomo Cucini - che in questi anni si è adoperata per riqualificare diversi impianti, ha deciso di dare un incarico per progettare l’intervento di riqualificazione ed ampliamento dell’impianto sportivo sussidiario in via Don Minzoni e di tutte le attività e strutture connesse: pista di atletica, spogliatoi, illuminazione ecc

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

La Giunta comunale ha approvato uno studio di fattibilità per riqualificare tutta l’attività sportiva legata a calcio, atletica e ciclismo nell’area dello stadio in via Don Minzoni. Un progetto complessivo, articolato in cinque differenti lotti, il cui importo totale stimato è di € 3.820.000.

«Lo sport è molto importante per Certaldo e per i certaldesi che in centinaia, di tutte le età, frequentano le società sportive e svolgono regolarmente attività sportiva ogni settimana. Per questo la Giunta Comunale - spiega il sindaco Giacomo Cucini - che in questi anni si è adoperata per riqualificare diversi impianti, ha deciso di dare un incarico per progettare l’intervento di riqualificazione ed ampliamento dell’impianto sportivo sussidiario in via Don Minzoni e di tutte le attività e strutture connesse: pista di atletica, spogliatoi, illuminazione ecc. Il progetto si aggiunge ai già realizzati per la riqualificazione degli spogliatoi del tennis e del calcio, alla nuova struttura di palestra per la preparazione atletica, ed ai lavori che partiranno a breve per  il campo da beach tennis e da paddle».

Il progetto di fattibilità, redatto dallo Studio Cronos Architettura ed Ingegneria di Bergamo, fa perno sul rifacimento completo dell’attuale campo di calcio sussidiario con erba sintetica omologato LND, il rifacimento completo della pista di atletica, la realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione del campo di calcio sussidiario con torri a faro led, la realizzazione di un campo da calcio a 7 in erba sintetica con relativo impianto di illuminazione, la realizzazione di un percorso pavimentato perimetrale alla pista di atletica con una lunghezza di circa 480 m. da utilizzare come pista ciclabile non agonistica, la realizzazione di tre edifici da adibire a spogliatoi atleti ed arbitri, locale di primo soccorso, magazzino, ed il rifacimento completo della tribuna scoperta con 300 posti a sedere.

Il primo lotto riguarderà il rifacimento del campo da calcio sussidiario sintetico a 11, il costo dell’intervento sarà di €700mila. Il secondo lotto riguarderà la realizzazione delle torri faro ed il rifacimento della pista di atletica ed avrà un costo di €815mila. Il terzo lotto comprenderà la realizzazione della pista per biciclette ed il rifacimento della tribuna con un costo di €635mila. Il quarto lotto invece la realizzazione del campo da calcio a 7 con relativa illuminazione, recinzione esterna e sistemazione a verde ad un costo di €880mila. Infine l’ultimo lotto riguarderà la realizzazione dei 3 edifici per spogliatoi, magazzino ed infermieria ad un costo di €790mila.

«Si tratta di interventi molto importanti, anche economicamente, che abbiamo ritenuto doveroso progettare insieme per poter così procedere, nei prossimi anni, ad un finanziamento e realizzazione razionali e progressivi - conclude il sindaco Giacomo Cucini - una strategia analoga a quella usata per la riqualificazione del quartiere del campo sportivo, quartiere all’interno del quale lo stadio rappresenta il polo principale dell’attività sportiva per tutti i certaldesi e non solo».

Pubblicato il 15 novembre 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell’informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su