Rally della Fettunta, aperte le iscrizioni per l'edizione 42. Appuntamento il 4 e 5 dicembre

Il prologo sabato 4 dicembre con lo shakedown. Partenza da Sambuca Val di Pesa, due le prove speciali, confermate la Tignano e Campoli, un classico per piloti e appassionati

 COLLE DI VAL D'ELSA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Dopo lo stop dovuto alla pandemia, torna il Rally della Fettunta. Il Chianti tornerà finalmente a fare da sfondo a una delle competizioni più apprezzate e longeve d’Italia. Appuntamento il 4 e 5 dicembre 2021 sulle strade del Chianti per l’edizione 42, dal 1977, anno della prima. Le iscrizioni apriranno il prossimo 4 novembre.

Una gara che ha tanti contenuti: serve ai piloti per testare le auto in vista della prossima stagione, ma è anche un break per tutti coloro che vogliono mettersi alla prova su strade ad alto contenuto tecnico, oltre a passare due giorni tra panorami mozzafiato e gastronomia.

Un appuntamento atteso tutto l’anno non solo dagli appassionati, ma anche da chi vive a cavallo tra Firenze e Siena, in territori attraversati dalla manifestazione che richiamano partecipanti e spettatori dalla Toscana e dall’Italia. Lo scorso anno gli organizzatori hanno rinviato la gara causa pandemia, per questo sull’edizione 2021, c’è molta aspettativa.

La scuderia Valdelsa Corse ha confermato anche per quest’anno lo shakedown, i test pre-gara che saranno sabato 4 su un nuovo tracciato. Attraverso questi test, gli equipaggi potranno mettere a punto le vetture in condizioni gara.

La gara partirà domenica 5 dalla zona industriale di Tavarnelle, a Sambuca (presso Bacci Trasmissioni) con il seguente road book: 2 prove speciali ripetute 3 volte (le classiche Tignano nel territorio di Barberino Tavarnelle e Campoli nel comune di San Casciano), due riordini presso Bacci Trasmissioni, arrivo in piazza Matteotti a Tavarnelle alle 15:45, con premiazioni sul palco d' arrivo. In tutto 148 km totali di cui 30,6 km di prove speciali.

«Il nostro rally - ha detto il presidente della Valdelsa Corse, Federico Feti - è ormai un appuntamento che raccoglie non solo piloti, appassionati e addetti ai lavori, ma rappresenta una tradizione per il nostro territorio. Voglio ringraziare Aci Firenze, Bacci Trasmissioni che ci ospita all’ interno dell’ azienda, le aziende del territorio e gli sponsor che ci sostengono da anni, i volontari e le associazioni della zona che rendono possibile lo svolgimento della nostra manifestazione».

Quest' anno è stato istituito anche il trofeo Vareno Grassini in memoria di uno dei capisaldi della scuderia, nome del rallismo nazionale, a lungo presidente della Valdelsa Corse, scomparso a marzo dopo una breve malattia. In più la Valdelsa Corse cresce nel suo impegno per la diffusione di questo bellissimo sport. La scuderia il 5-6 novembre organizzerà insieme alla Livorno Corse la Coppa Liburna, finale del Campionato italiano Rally Sparco e del Campionato Italiano Rally Terra: Volterra e Peccioli, nel pisano, ospiteranno la logistica della gara, mentre gli sterrati palcoscenico del Sanremo mondiale saranno il banco di sfida, con le prove speciali di Riparbella, Serraspina e Ulignano, e con la prova spettacolo “tenuta di Canneto” del venerdi, in diretta streaming sui canali Acisport e Raisport.

Potrebbe interessarti anche: Mens Sana, il Pattinaggio corsa risponde presente vincendo il trofeo ''International Cup IX Memorial D. Pioli''

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 21 ottobre 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su