Rally della Fettunta, non solo auto ma anche storia, turismo e gastronomia di qualità

La gara è in programma sabato 5 e domenica 6 dicembre e le prenotazioni stanno già arrivando alle strutture ricettive della zona, sia da parte degli equipaggi sia da familiari ed appassionati

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Il 'Fettunta 2015' ribadisce il binomio vincente tra auto e luoghi di eccellenza per paesaggio, arte, storia, in questo caso il Chianti e le sue colline. Nel 2014 il ritorno della gara a Tavarnelle e Barberino superò ogni aspettativa in termini di turismo sportivo ed emozionale: secondo quanto risulta alla scuderia Valdelsa Corse l’anno scorso ci furono oltre 400 pernottamenti e la presenza di circa 8mila spettatori nei due giorni della manifestazione che impegnarono bar, ristoranti, esercizi commerciali, alberghi, fattorie ed agriturismi. Dati record per il mese di dicembre e un evidente, concreto, forte contributo alla destagionalizzazione dei flussi turistici.

Ora, il Rally della Fettunta è pronto a ribadire e magari superare gli stessi risultati. La gara è in programma sabato 5 e domenica 6 dicembre e le prenotazioni stanno già arrivando alle strutture ricettive della zona, sia da parte degli equipaggi sia da familiari ed appassionati, che così approfitteranno del ponte dell'8 dicembre scegliendo di prolungare il soggiorno nel Chianti.

«Il Rally della Fettunta si disputa in paesaggi bellissimi e attraversa borghi e paesi densi di storia - spiega il vicepresidente della Valdelsa Corse, Alessandro Montermini -, inoltre coinvolge un'area pregiata che è vicina a Firenze, Siena, San Gimignano, città d'arte di fama e di bellezza universale, e questo è un altro valore aggiunto. E’ normale che riscuota successo anche in termini turistici, non solo sportivi». «Possiamo dire – aggiunge Montermini – che il contributo dato dal Rally della Fettunta all'economia locale è sensibile e lo percepiamo con forza mentre portiamo avanti l'organizzazione del rally. Lo sport di qualità è davvero un asso nella manica per il Chianti, specie in un periodo di bassa stagione».

L'abbinamento gastronomico tra sport e territorio. La 'fettunta' è la fetta di pane con l'olio, pietanza semplice e che da tempi atavici è sempre stata di facile reperibilità per tutti da queste parti. E dicembre è proprio il mese in cui le fattorie fanno assaggiare l’olio extravergine di oliva appena uscito dai frantoi. Non a caso il rally nacque nel 1977 insieme alla sagra dei produttori agricoli di Barberino, che presentavano i frutti dell’ultimo raccolto. La stessa cosa succede anche quest’anno: infatti, a Tavarnelle e Barberino il rally si miscelerà alle iniziative di Formula Chianti, kermesse di eventi dedicata alle produzioni locali.

Il turismo sportivo abbraccerà anche storia e arte. I territori di Barberino Val d’Elsa e Tavarnelle Val di Pesa trasudano di cultura. Alcuni esempi: Barberino è il paese dove nacque il trovatore Andrea de’ Mengabotti (Andrea da Barberino), autore del celebre romanzo cavalleresco ‘Guerrin Meschino’ (1473). Nei pressi della prova speciale di Poneta e Pastine c’è Semifonte, la città che fu distrutta dai fiorentini nel 1202 perché si stava sviluppando fortemente e divenne un pericolo: ne rimasero solo alcuni contrafforti, adesso ravvisabili in edifici rurali. Da vedere nelle vicinanze la cupola della Cappella di San Michele (1597) progettata da Santi di Tito, una struttura in mezzo alla campagna che è, in scala, un ottavo esatto di quella del Duomo di Firenze. Nella chiesa della vicina Marcialla una tradizione popolare rimanda alla presenza di un affresco a cui forse lavorò Michelangelo Buonarroti. Vicino al parco assistenza c’è il monastero vallombrosano di Badia a Passignano con affreschi del Ghirlandaio e del Cresti.

La corsa. Il Rallyday della Fettunta 2015 (377° edizione, la seconda come rally day) si disputerà su un percorso asfaltato di 217,76 km con sei prove speciali (due da ripetere tre volte: Poneta di 6,29 km e Sicelle di 6,00 km per 36,87 km di tratti cronometrati). Sabato 5 dicembre ricognizioni autorizzate la mattina e verifiche il pomeriggio nel centro di Barberino Val d’Elsa. La partenza sarà domenica 6 dicembre alle 8.00 da Barberino, l’arrivo in piazza Matteotti a Tavarnelle Val di Pesa dalle 16.08. Il rally vale per il trofeo R2 Cup, con montepremi di oltre 1.000 euro di valore, il 5/o Trofeo Memorial Mirko Giachetti al miglior navigatore under 25,  Campionato Open Toscana - Mickey Mouse 2015, Trofeo ‘Giglio da Corsa’.

Pubblicato il 18 novembre 2015

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su