Recovery Fund e Scuola, i Comuni dell’Unione Empolese Valdelsa pensano a progetti per un totale di 73 milioni

La Conferenza Zonale per l'istruzione Empolese Valdelsa ha raccolto le proposte delle singole amministrazioni per essere pronti a ottenere risorse dal Piano nazionale di ripresa e resilienza

 EMPOLESE VALDELSA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Il cosiddetto Recovery Fund ‘Nex Generation Eu’, con il percorso del Piano nazionale di ripresa e resilienza che si sta rimettendo in marcia grazie al nuovo Governo, può e deve essere una grande opportunità da cogliere anche per la scuola.

Per questo, ormai da mesi, i sindaci dell’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa hanno dato incarico alla Conferenza Zonale per L'istruzione Empolese Valdelsa, presieduta dal sindaco di Empoli, Brenda Barnini; vice presidente Emma Donnini, vicesindaco del Comune di Fucecchio, e composta da tutti gli assessori alla scuola dell’Unione, di raccogliere tutti i progetti per costruire un elenco da fornire alla Città Metropolitana di Firenze che sta facendo da punto di riferimento per organizzare le richieste che arrivano dai singoli territori. Ogni Comune ha portato al tavolo le proprie istanze: progetti già messi a bilancio e presenti nel piano triennale delle opere pubbliche redatto da ogni singola amministrazione e altre idee che rappresentano le esigenze delle singole cittadine.

Ne è emerso una lista di ‘cosa da fare’: si tratta di 27.104.000 milioni di scuole nuove o manutenzioni straordinarie agli edifici scolastici già presenti che gli 11 Comuni hanno già inserito nel piano delle opere. A questi si aggiungono 46.381.000 milioni di euro per progetti del tutto inediti che le amministrazioni comunali hanno costruito o avevano fra i loro ‘desiderata’. Il totale delle proposte vede un documento che è stata presentata alla Città Metropolitana di accesso ai fondi europei per 73.485.000 di euro.

Il totale deriva da questa distribuzione Comune per Comune: a Capraia e Limite a bilancio ci sono opere per 750.000 euro, la stima di quelle proposte è di 1.645.000 euro; a Castelfiorentino abbiamo 3.530.000 a bilancio per l’edilizia scolastica e 17.766.000 come prospettiva futura; a Cerreto Guidi 5.290.000 già a bilancio e 1,3 milioni di opere proposte; per Certaldo 2.045.000 euro nel piano delle opere, più 4 milioni in prospettiva; Empoli vede investimenti per 8.745.000 nel piano delle opere più 8.430.000 nelle proposte; Fucecchio 4.985.000 nel piano triennale a cui si aggiungono 5.250.000 fra quelle pronte per essere progettate grazie al Recovery; Gambassi Terme pensa a un investimento da 1.4 milioni di euro; Montaione auspica l’ottenimento di risorse per 1.450.000 euro; Montelupo 570.000 euro in bilancio a cui si aggiungerebbero 5.380.000 in futuro, a Montespertoli a bilancio ci sono già 2.214.000, più progetti pensati per 12.706.000; infine a Vinci 2.500.000 nel piano delle opere più 8.590.000 euro in ottica futura.

Oltre all’edilizia scolastica la Conferenza per l’istruzione Empolese Valdelsa ha raccolto idee progettuali da parte di tutti i Comuni a per il contrasto alla dispersione scolastica che saranno sviluppate in progetti zonali.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus: 1.001 nuovi casi, età media 45 anni. 21 decessi

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 9 marzo 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su