Riaperto al pubblico il Parco Mediceo di Pratolino

La Città Metropolitana di Firenze ha disposto l'apertura al pubblico del Parco Mediceo di Pratolino da sabato 6 giugno fino al 25 ottobre 2020

 FIRENZE
  • Condividi questo articolo:
  • j

La meravigliosa area verde custodisce all’interno del suo parco il “gigante di bellezza”, l'Appennino del Giambologna di Jean de Boulogne (1529-1608), l'artista fiammingo molto attivo a Firenze, dove trovò la sua fortuna.

L’opera alta circa 14 metri rappresenta un uomo anziano, nudo, con folta barba e capelli lunghi che sembra fondersi con la sua posa accovacciata con la roccia sottostante sulla quale si trova; osserva il laghetto ai suoi piedi e con la mano sinistra tiene ferma la testa di un serpente.

Per chi volesse trascorrere una giornata nel grande giardino alle porte di Firenze le modalità di ingresso fino al 25 ottobre sono le seguenti:

La Città Metropolitana di Firenze ha disposto l'apertura al pubblico del Parco Mediceo di Pratolino da sabato 6 giugno e fino al 25 ottobre 2020, nei giorni di venerdì, sabato e domenica, con orario 10-20 (ottobre 10-18) e ingresso libero e gratuito.

"A causa dell'emergenza sanitaria - spiega Letizia Perini, consigliera della Metrocittà delegata ai Parchi e alle aree protette - abbiamo adottato misure anticontagio che hanno determinato alcune nuove regole e divieti. Può sembrare una limitazione e in parte lo è ma non impedisce di ammirare in pieno il Parco delle meraviglie, con Villa Demidoff, il Colosso dell'Appennino e le altre bellezze di questo grande giardino unico al mondo".

L'accesso potrà essere negato in caso di raggiungimento del numero massimo di presenze (1.500).
C'è l'obbligo di indossare la mascherina. In caso contrario l'accesso sarà interdetto. Vietato l'accesso in caso di febbre (37,5°), con misurazione della temperatura corporea dei visitatori all'entrata.
Vige, naturalmente, il divieto di assembramento.
Si deve mantenere la distanza di sicurezza fra le persone di almeno 1,80 metri.
Non si deve stazionare nei punti di ingresso e uscita (cancello, bagni).
E' opportuno lavarsi spesso le mani con gli appositi disinfettanti, che sono disponibili in più punti del parco.
E' fatto divieto di ingresso con le biciclette.
Per ragioni igieniche non sono disponibili le fontanelle nè altri punti per l'approvvigionamento di acqua o vivande. Pertanto i visitatori sono invitati a procurarsi generi di conforto prima di entrare nel parco.
Si suggerisce ai gruppi di amici e parenti sopra le otto persone un ingresso scaglionato, per agevolare lo scorrimento all'entrata. E' preferibile il ritrovo all'interno del parco.

La Direzione del Parco si riserva di adeguare le misure anticontagio sopra indicate al mutare delle disposizioni nazionali e regionali.

Per ogni informazione e assistenza gli Uffici del Parco sono reperibili ai consueti recapiti, Info e prenotazioni:
email: parcomediceodipratolino@cittametropolitana.fi.it
cell. 349 8800380

Potrebbe interessarti anche: A Siena l'Opera della Metropolitana riapre ai turisti

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 13 giugno 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su