Diba

Rinvenuto hashish in un portafoglio trovato per caso da un passante

Il proprietario era un 18enne senese che è stato segnalato alla Prefettura

 SIENA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Come oramai consuetudine, i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Siena proseguono la loro costante azione di controllo del territorio, in particolar modo nell’ambito del contrasto ai traffici illeciti ed allo spaccio di sostanze stupefacenti, su tutta la Provincia.

Controlli effettuati quotidianamente, concentrando l’attenzione nei luoghi di maggiore aggregazione giovanile, oltre che presso le maggiori arterie stradali di accesso alla città e le aree destinate a snodo dei trasporti urbani ed extraurbani, tra le quali stazione ferroviaria e capolinee degli autobus.

In questo caso, tuttavia, non c’è stato bisogno neanche di uscire dalla caserma: nei giorni scorsi si è presentato, infatti, presso i locali del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Siena, un passante con l’intento di consegnare un portafoglio rinvenuto poco prima in strada.

Analizzandone il contenuto i militari, oltre a contanti e documenti vari, hanno notato la presenza di un involucro contenente una sostanza di colore scuro che poi, all’esito del test speditivo, è risultata essere hashish. Il legittimo proprietario del portafoglio, identificato tramite il documento d’identità ivi contenuto è risultato essere un diciottenne senese; lo stesso, prontamente convocato in sede per la restituzione del bene, ha poi riconosciuto come proprio lo stupefacente rinvenuto.

La sostanza è stata sottoposta a sequestro, debitamente cautelata e trasmessa alla USL di competenza per le analisi di rito, mentre il giovane proprietario del portafoglio veniva segnalato alla locale Prefettura per la violazione dell'art. 75 D.P.R. 309/1990.

Potrebbe interessarti anche: 'Piedini' bianchi sulle strade di Poggibonsi per raggiungere a piedi le scuole

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 14 settembre 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su