Ripartono gli incontri all'Istituto Enogastronomico di Colle, frutto della collaborazione con Diba

Il primo appuntamento del ciclo autunnale è oggi con Sandro Bonacchi, titolare della storica torrefazione Oriental Caffè di Quarrata. Venerdì 22 novembre sarà la volta del pluripremiato ristorante Arnolfo di Colle di Val d'Elsa dei fratelli Giovanni e Gaetano Trovato. Martedì 10 dicembre toccherà poi all'Enoteca Ristorante Osticcio di Montalcino con Francesco Perali e Ronald Bukri

 COLLE DI VAL D'ELSA
  • Condividi questo articolo:
  • j

La collaborazione tra istituzioni scolastiche e imprese di eccellenza è fondamentale per introdurre i ragazzi al mondo del lavoro. Riprende oggi, martedì 12 novembre, la partnership tra l'Istituto professionale per l'Enogastronomia e l'Ospitalità alberghiera di Colle di Val d’Elsa e la Diba 70 distributori professionali e consulenze per l'HoReCa, volta ad arricchire gli studenti delle esperienze dirette di manager, ristoratori e titolari d'impresa di eccellenza.

Le generazioni che si stanno formando rappresentano il futuro di un comparto rilevante, sul quale è importante investire. Gettare un ponte solido tra istituzioni scolastiche e mondo dell'impresa diventa strategico e fondamentale per un settore, tra i pochi, che garantisce ancora sbocchi occupazionali importanti.

Il primo ciclo di incontri con i professionisti del network Diba 70 aveva avuto inizio mercoledì 6 marzo ed era terminato il 20 maggio: sei appuntamenti con autorevoli professionisti dell'accoglienza alberghiera e della ristorazione.

Il primo appuntamento del ciclo autunnale è oggi con Sandro Bonacchi, titolare della storica torrefazione Oriental Caffè di Quarrata. Venerdì 22 novembre sarà la volta del pluripremiato ristorante Arnolfo di Colle di Val d'Elsa dei fratelli Giovanni e Gaetano TrovatoMartedì 10 dicembre toccherà poi all'Enoteca Ristorante Osticcio di Montalcino con Francesco Perali e Ronald Bukri.

«La partnership di formazione e collaborazione con la Diba 70 linea HoReCa – conferma il dirigente scolastico dell'Istituto Ricasoli Tiziano Neri – è un valido esempio di collaborazione con le eccellenze del territorio, in termini di risorse umane e professionali, per assicurare ai nostri ragazzi una formazione di qualità ancorata al mondo del lavoro».

Sandro Bonacchi è esperto di nuovi sistemi di estrazione del caffè espresso porzionato ed è perito tecnico nominato dal Tribunale per perizie e valutazioni in ambito di controversie fra aziende sul tema del caffè. E' approdato ai primi corsi del mondo SCAE nel 2014. In quell’anno ha partecipato alla prima edizione ufficiale del talent show Barista&Farmer come uno dei 10 esperti. L'incontro con Andrej Godina prima e la formazione attraverso i corsi Umami Area e SCAE dopo hanno fatto sì che diventasse nel 2017 uno dei soci fondatori della società Umami Area Honduras, per la produzione sostenibile di caffè verde di qualità direttamente nel paese di origine. Nello stesso anno è diventato trainer formatore per la SCA (Speciality Coffee Association) nell’ambito dell’analisi sensoriale. Nel 2019 ha iniziato un progetto con il fratello Samuele e l’amico Andrej Godina che ha dato vita alla start-up B.farm, che si prefigge di dare supporto a tutti i progetti innovativi nel mondo del caffè di qualità e socialmente responsabili.

Pubblicato il 12 novembre 2019

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su