Riqualificazione del centro, Sinistra per Poggibonsi/Scelta verde commenta: «Manca un progetto d'insieme»

«Da una parte era giusto e doveroso il rifacimento o la risistemazione delle vie del centro storico. Per esse si auspica il completamento dei lavori entro breve termine. Non si ritiene altrettanto giusto il modo frammentario con il quale si è proceduto alla sistemazione di piazze e aree adiacenti. Gli interventi in Piazza della Stazione, Area Sardelli, Piazza Frilli e Piazza Berlinguer, al di là del giudizio su aspetti estetici e sulla destinazione dei singoli spazi, non hanno dato risposta ai bisogni dei cittadini e lasciano irrisolte troppe esigenze strutturali»

 POGGIBONSI
  • Condividi questo articolo:
  • j

«È positivo che il Comune di Poggibonsi abbia beneficiato di somme considerevoli dai fondi PIU (Progetti Innovazione Urbana), grazie ai quali è già in corso la terza fase degli interventi. Non ritiene altrettanto positivo il modo con cui sono stati spesi». Comincia così il comunicato stampa con cui il Comitato Sinistra per Poggibonsi /Scelta Verde esprime il suo giudizio in merito al piano di riqualificazione del centro cittadino. 

«Si denota a riguardo la mancanza di un progetto d’insieme e di una visione del nostro centro valida per il futuro - si legge -. Da una parte era giusto e doveroso il rifacimento o la risistemazione delle vie del centro storico. Per esse si auspica il completamento dei lavori entro breve termine. Non si ritiene altrettanto giusto il modo frammentario con il quale si è proceduto alla sistemazione di piazze e aree adiacenti. Gli interventi in Piazza della Stazione, Area Sardelli, Piazza Frilli e Piazza Berlinguer, al di là del giudizio su aspetti estetici e sulla destinazione dei singoli spazi, non hanno dato risposta ai bisogni dei cittadini e lasciano irrisolte troppe esigenze strutturali». 

«Come già detto, è assente un progetto d’insieme che inserisca tutti questi spazi in una visione unitaria - ribadisce la nota stampa -. Da una parte sono stati abbattuti cedri storici, all’ombra dei quali si potevano concedere ai cittadini funzionali spazi a verde e spazio giochi per bambini. Dall’altra, si è lasciata irrisolta l’esigenza di incrementare i posteggi auto funzionali al centro storico. Si è addirittura peggiorata la situazione terminal bus e la facilitazione ai cittadini che intendono avvalersi del trasporto ferroviario. Un progetto d’insieme avrebbe dovuto unificare le aree di Piazza Stazione, Area de’Fossi, P.za Savonarola e Piazza Berlinguer. Un progetto d’insieme avrebbe dovuto agevolare il traffico auto e gli attraversamenti pedonali nella congiunzione tra Via Trento, Via Montenero, Piazza stazione e Piazza Berlinguer. Un progetto d’insieme avrebbe dovuto rendere funzionali le aree Sardelli ed ex fabbrichina per risolvere la carenza di posteggi auto».

«Purtroppo tutto questo non c’è stato, lasciando al futuro la risoluzione dei problemi irrisolti - conclude il Comitato -. Per questo consideriamo i fondi utilizzati dal PIU uno spreco di risorse e una occasione persa. Pertanto invita i cittadini ad avviare una approfondita riflessione e dare le giuste indicazioni di ciò che si può fare per rimediare agli errori commessi».

Pubblicato il 6 novembre 2019

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su