Diba '70 shop San Gimignano

Riqualificazione energetica e illuminazione smart. Il Comune accende luci a led in via Roma

Prosegue il piano di restyling del sistema di illuminazione pubblica a Barberino, Tavarnelle e nelle frazioni

 BARBERINO TAVARNELLE
  • Condividi questo articolo:
  • j

Si è appena concluso l’intervento nel centro storico di Tavarnelle, parte di un investimento complessivo per un importo pari a 100mila euro, che ha previsto la creazione di nuovi corpi luce caratterizzati dalla tecnologia a led lungo l’asse centrale di Tavarnelle, in via Roma. L’opera segue il posizionamento del lampione a led in via Naldini, cuore del paese, a completamento del progetto di riqualificazione urbana che ha interessato tutta l’area del quartiere di via Naldini. L’intervento ha compreso la realizzazione dei sottoservizi, il rifacimento della strada e del marciapiedi, la creazione di nuovi punti di sosta e ritrovo per la comunità. "Il piano green del Comune che consiste nella rimozione degli impianti di vecchia generazione a sodio a pressione, rimpiazzati con le luci a led, ha interessato diverse aree del territorio. La prossima tappa del nostro progetto – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Roberto Fontani - è la sostituzione dei punti luminosi in viale della Rimembranza, in questo caso effettueremo il cambio dei vecchi lampioni".

"Nell’installare i nuovi sistemi abbiamo prestato una particolare attenzione anche all’inserimento nel contesto urbano - conclude il sindaco David Baroncelli – gli impianti smart, oltre che pienamente funzionali alla riduzione della dispersione luminosa, risultano esteticamente gradevoli. Con questo pacchetto di restyling siamo intervenuti nel centro storico di Vico d’Elsa, in via della Villa e via Tono Zancanaro, nell’area industriale di Barberino Val d’Elsa, nella zona di Chiano, e nel borgo di San Filippo. L’installazione dei corpi luce a led permette una maggiore visibilità e garantisce migliori condizioni di sicurezza".

Potrebbe interessarti anche: Privacy e dati personali nel mirino dei criminali informatici con l’emergenza Coronavirus

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 29 aprile 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su