Riqualificazione stazione Castelfiorentino: accordo tra Comune e Rete Ferroviaria Italiana

Importante accordo sottoscritto stamani tra il Comune di Castelfiorentino e Rete Ferroviaria Italiana, società proprietaria delle stazioni ferroviarie. Ad illustrarlo, nella conferenza stampa convocata per l’occasione, il sindaco di Castelfiorentino, Alessio Falorni, e il Direttore Territoriale Produzione Firenze di RFI, Efisio Murgia

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Importante accordo sottoscritto stamani tra il Comune di Castelfiorentino e Rete Ferroviaria Italiana, società proprietaria delle stazioni ferroviarie. Ad illustrarlo, nella conferenza stampa convocata per l’occasione, il sindaco di Castelfiorentino, Alessio Falorni, e il Direttore Territoriale Produzione Firenze di RFI, Efisio Murgia.

In primo luogo, Rete Ferroviaria Italiana concede,  in comodato al Comune di Castelfiorentino, un immobile di sua proprietà al primo piano dell’edificio che ospita la Stazione ferroviaria castellana, con una superficie di circa 200 mq e che il Comune destinerà prossimamente a finalità socio-culturali. L’idea, come ha spiegato il sindaco, è di affidare i locali ad alcune associazioni del territorio perché vi possano collocare la propria sede sociale. Tale mossa garantirà sicuramente un miglior presidio dell’area e sancirà un’alleanza importante tra vari soggetti, tesa ad assicurare una maggiore sorveglianza e quindi più sicurezza ad un luogo che in passato è stato spesso oggetto di segnalazioni, per degrado, abbandono e fenomeni di piccola violenza.

L’accordo, a titolo non oneroso, avrà durata di 10 anni e di contro il Comune di Castelfiorentino si è impegnato ad assicurare, oltre alla manutenzione dei locali presi in comodato, anche la pulizia e i lavori di piccola manutenzione dei locali e delle aree limitrofi e aperti al pubblico (tra cui la sala di attesa, con funzione vitale per i numerosi pendolari che utilizzano la stazione castellana per raggiungere quotidianamente il luogo di lavoro o di studio).

Tali previsioni garantiranno una maggiore e tempestiva attenzione al decoro degli spazi di stazione, in particolare quelli accessibili al pubblico, con possibilità di intervento immediato da parte del Comune.

Il sindaco tiene a sottolineare come questo accordo sia frutto di un percorso di confronto tra Comune e Rete Ferroviaria Italiana, sollecitato proprio dalla Prefettura di Firenze, nell’ambito del Tavolo provinciale per la Sicurezza, come una delle sinergie da attivare tra enti e finalizzate a migliorare il presidio di sicurezza su alcuni luoghi considerati “critici”.

Ma l’accordo di stamani, ha una valenza ancora più ampia e che abbraccia anche le potenzialità turistiche di Castelfiorentino. La stazione è infatti importante snodo per raggiungere con facilità città turisticamente ineguagliabili, come Siena, Firenze e Pisa. La collaborazione tra Comune e Rete Ferroviaria Italiana si concentra anche sulla realizzazione di una serie di interventi da parte di RFI, tra cui la rampa di accesso ad uso disabile a servizio del binario 2, il rifacimento della pavimentazione, il taglio di piante e la recinzione del percorso pedonale di collegamento tra il ponte sull’Elsa e il binario 2, la manutenzione straordinaria del sottovia. Tutto ciò, oltre che migliorare il decoro dell’area, consentirà di creare una pista ciclo-pedonabile che metterà in corrispondenza il Ponte con la zona di Elsa Vecchia, e di lì con la zona commerciale di Puppino. Il nuovo percorso costituirà, nelle intenzioni dell’amministrazione, un architrave per il futuro sistema di piste ciclabili, che potrà successivamente svilupparsi lungo il Viale Roosevelt per raggiungere l’Ostello e la zona sportiva, o collegarsi ai percorsi ciclabili che il Consorzio di Bonifica ha in programma di realizzare lungo il fiume Elsa e che sono in grado di mettere in collegamento ciclabile le principali frazioni di fondovalle. Il Comune, da parte sua, una volta realizzate tali opere previste a carico di Rete Ferroviaria Italiana, ne assumerà la gestione manutentiva, di videosorveglianza, nonché la gestione delle emergenze.

Una operazione dunque ambiziosa, e dalla forte portata strategica, condotta con soddisfazione da entrambi gli enti.

Il sindaco, Alessio Falorni, esprime tutta la sua soddisfazione: «Si tratta di un passo importante nell’operazione che l’amministrazione Comunale sta conducendo da tempo sull’area della stazione, strategica per ridare slancio a tutto il centro storico basso, sia dal punto di vista commerciale che di socialità».

«Castelfiorentino – ha spiegato Efisio Murgia, Direttore Territoriale Produzione Toscana di RFI - è un ulteriore passo avanti verso il miglioramento dell'accessibilità nelle stazioni ed un esempio di come le piccole stazioni possono rappresentare una risorsa preziosa per il territorio. Se da un lato le nuove tecnologie hanno progressivamente ridotto la presenza sul posto dei nostri operatori, dall’altro hanno contribuito a creare nuove sinergie. Spazi non più utilizzati per le attività ferroviarie vengono concessi in comodato d’uso gratuito ad amministrazioni locali e associazioni, perché ne facciano la sede di attività no profit e contribuiscano nel contempo a preservare le stazioni, un bene di tutti da vivere e custodire».

Pubblicato il 14 giugno 2016

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su